DISSOLVERSI DAVANTI A SKY BLUES

26 mag

Sabato, ore 8: fresco come una rosa appassita salgo sulla blues mobile in direzione Mutina. Tolgo dal lettore il cd dei QUATERMASS che ho riascoltato in settimana dopo averne parlato con Beppe Riva…

infilo nella stretta fessura il disc one di THE WANDERER bootleg audience degli AEROSMITH live in Giappone nel 1977…

per quanto il bootleg in questione sia della Tarantura e ascoltabilissimo, non posso poi essere così severo con me stesso: è sabato mattina, sono solo le otto e sto andando a fare il badante al vecchio Brian…non posso infliggermi un bootleg in qualità audience.

Correggo il tiro: AEROSMITH a COSTA MESA nel 1988 qualità soundboard…

Mentre son lì che rollo down the road col gruppo di Tyler, penso al fatto che sono ormai 5 anni che tutti i sabati mattina li passo con Brian. Mi sento esausto solo al pensiero. Brian mi aspetta sul balcone, mi saluta. Mentre aspetto l’ascensore scorgo un cartello lì a fianco…

E’ una cosa di cui mi accorgerò anche più tardi a Ninentyland: da questa parte della provincia il terremoto di una settimana fa è una cosa ancora dolorosamente presente. A Ninetyland la Abbazia di Thelema è inagibile. Mi si dice che anche il palazzo del comune in centro e la Pieve sono nella stessa situazione. Faccio un salto da Lasìmo, mi fa controllare ogni piccola crepa (d’intonaco) di casa sua (che una volta era anche mia). Mi dice che faranno controllare la palazzina vista una crepa esterna che spaventa un po’ tutti. Penso alla gente delle zone più interessate.

Ore 13: spesa alla Coop. Ore 15 mi metto a tavola; concludo il pranzo con il solito bicchierino di SOUTHERN COMFORT. E’ uscito un sole deciso, è una bella giornata, tiepida, primaverile. L’umore però tende a sprofondare nei soliti blues. Avessi almeno il calcio… se penso che mi tocca aspettare fino al 2 agosto! Non mi sono nemmeno potuto vedere le due partite dell’INTER nella tournée indonesiana, non ho l’abbonamento a Inter Channel. E’ un upgrade che non mi decido a fare. L’abbonamento completo di SKY, pur essenziale, è già di per sé una sorta di bonus in questi anni di crisi.

Va beh, viro sulla musica…fisso gli scaffali dei CD…cosa metto su? MAHAVISHNU ORCHESTRA? J.GEILS BAND? NEIL YOUNG? KEITH JARRETT? BILLY JOEL? BRIAN SETZER ORCHESTRA? UFO? BEATLES? PINK FLOYD senza Waters? LIVE CREAM VOLUME II? Bootleg di ELTON JONH all’Hammersmith Odeon nel dicembre del 1973)? MANASSAS? BLACK AND BLUE dei ROLLING? AREA? WINGS? SLEEPY JOHN ESTES? OUTRIDER? THE FIRM? JUGULA?…mi sento come Polbi quando non sapendo cosa scegliere tra le sue centinaia e centinaia di CD si getta spossato su PHYSICAL GRAFFITI. Va beh, ho deciso…scelgo a caso…butto la mano…TED NUGENT CAT SCRATCH FEVER…nooooooo….an spòl menga. Mi rifiuto…preferisco andarmi a dissolvere davanti a SKY.

About these ads

3 Risposte to “DISSOLVERSI DAVANTI A SKY BLUES”

  1. Stefano 09/06/2012 at 21:15 #

    dove hai trovato The Wanderer???? grazie ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 70 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: