SIGUR ROS “Valtari! (Emi 2012) – TTT½

13 Giu

Alcuni si chiederanno cosa ci fanno i SIGUR ROS sul TTBlog e la risposta non è semplice. Probabilmente mi si immagina imbalsamato dentro ad una bara rock costruita coi dischi di JOHN MILES, FREE e BLUE ÖYSTER CULT, non sempre è così…qui nel posto in riva al mondo abbiamo la parabola satellitare e capita a volte di captare suoni che arrivino dallo spazio profondo, suoni meno ascoltati che chissà perché si appiccicano nel nostro rock and roll heart.

Confrontandomi con Sarwooda, l’ultimo album dei SIGUR ROS – gruppo musicale islandese – è capitato a tiro e sì è incuneato tra gli ascolti di questo periodo.

VALTARI è un insieme di suoni gradevoli,…è il respiro dell’ISLANDA, è vapore sonoro che che si erge al di sopra delle nostre anime, musica che si innalza sopra al frastuono di questo mondo ormai caotico, musica che forse nasce proprio dalla difficile e rumorosa convivenza degli esseri umani di questi ultimi lustri, un faro, un suono che ci catturi e che ci guidi di nuovo verso l’essenza della nostra condizione, un piffero che ci riconduca alla ragione.

4 Risposte to “SIGUR ROS “Valtari! (Emi 2012) – TTT½”

  1. Pierluigi 13/06/2012 a 13:49 #

    Proprio ieri vedevo le locandine dei concerti che si terranno a Roma in estate. Molta robetta “contemporanea”, che non riesco in nessun modo a farmi piacere. Allora e’ partita una riflessione (stavo incolonnato nel traffico causato da una voragine sulla via Olimpica). Gli unici contemporanei che mi piacerebbe vedere dal vivo, sono i Sigur Ros. Ieri a Roma si e’ esibita Madonna. Meglio lei di tanti altri. Non ci sono andato. L’anno scorso ho visto solo Steve Windwood e Steve Hackett. Sono pronto per l’ospizio dei vecchi ascoltatori di buona musica?

    Mi piace

  2. alexdoc 13/06/2012 a 13:50 #

    Ho provato a capirli una decina d’anni fa ma non ci sono riuscito, così come con i Radiohead. Riconosco loro un fascino particolare ma quando voglio uscire dal Pop-Rock ho il mio amato Jazz che mi aspetta a braccia aperte, una delle poche sicurezze che mi sono rimaste in questo mondo che hai descritto così bene.

    Mi piace

  3. Paolo Barone 13/06/2012 a 19:02 #

    Carini i Sigur Ros..!

    Mi piace

  4. bodhran 13/06/2012 a 21:05 #

    Tra i tanti cloni dei cloni dei cloni odierni i Sigur Ros sono una gran bella eccezione. E dal vivo valgono la pena come pochi gruppi, puntano diretti alle caviglie, con delle sezioni di vero e proprio “rock” (non nel senso dello stile ma dell’energia). E se non si ha voglia del live io consiglio il meraviglioso documentario “Heima”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: