The Equinox live al Beer Stop di Maranello (MO) 10 settembre 2022

17 Set

Quasi tre anni che non suoniamo in concerto ed oggi è arrivato il momento di rifarlo. Il luogo è il Beer Stop Maranello, uno dei pochissimi locali rimasti a fare musica dal vivo con determinazione e dedizione, quattro concerti a settimana per tutta l’estate … uno spettacolo!

E’ sabato 10 settembre e già dal risveglio mi monta un umore per niente buono, c’è una incazzatura di fondo che mi corrompe l’animo, un senso di inadeguatezza, di fastidio, di blues profondo che mi sconquassa lo spirito. Dovrei starmene per i fatti miei oggi, ma come si fa visto il concerto?  In più sono preoccupato, si tratta di quisquiglie ma è da novembre 2019 che non salgo su un palco, c’è un po’ di emozione e di tensione, e le prove di martedì non sono andate per niente bene.

Carichiamo la macchina … ogni volta scuoto la testa, continuare a fare l’operaio del Rock dopo tutti questi anni non è il massimo, ma tant’è …

la dura vita degli operai del Rock - Domus Saurea 10 set 2022 - foto TT

la dura vita degli operai del Rock – Domus Saurea 10 set 2022 – foto TT

la dura vita degli operai del Rock - Domus Saurea 10 set 2022 - foto TT

la dura vita degli operai del Rock – Domus Saurea 10 set 2022 – foto TT

Alle 17:30 arriviamo al Beer Stop, Lele è già sul posto e sta montando la batteria, giusto un cenno d’intesa tra di noi. Scarichiamo la strumentazione e iniziamo a posizionarla sul palco. Pol arriva con il microfono e la asticella ultraleggera, bella la vita dei cantanti…

The Equinox - Beer Stop Maranello 22 set 2022 - foto TT

The Equinox – Beer Stop Maranello 22 set 2022 – foto TT

The Equinox - Beer Stop Maranello 22 set 2022 - foto TT

The Equinox – Beer Stop Maranello 22 set 2022 – foto TT

Il tecnico del suono oggi è Molinari, uno davvero bravo, Saura è contentissima per questo. Il soundcheck fila via liscio, cerco di farmi dare il meno possibile in spia, giusto un goccio di tastiere … le spie, i monitor insomma, spesso sono la rovina della musica Rock.

Davide, il titolare del Beer Stop, viene sul palco, facciamo due chiacchiere, è un ragazzo giovane, trent’anni o poco più ma ha una maturità e una convinzione notevoli.

Sono circa le 19, sono ancora sgrauso come diciamo qui nel reggiano, la bassista ci prende sotto … è più forte di me ma quando sono in questo stato dovrei davvero starmene da solo. Tuttavia è una donna accorta, scaltra, accusa il colpo con nonchalance e mi lascia bollire nel mio brodo. Chiedo una birra, la sorseggio mentre dagli schermi del locale guardo Inter – Torino. La mia squadra del cuore non ha iniziato la stagione in maniera brillante, ma ancora spero che si riprenda. La partita è lofi, ma all’88esimo Brozo, lo psycho boy, insacca, tre punti preziosi.

Mi intrattengo un po’ con gli amici nel frattempo arrivati, Mario, la Patty, la mia “nipotina” del cuore Maya (figlia di Mario), la Jess, Picca, l’amico Jaype, Riff, Gio, Maura, Donatella e compagnia, Doris e Andrea, Gian Luca ed Eleonora, Adriano e Mirna, i Willy Betz …

Ci sono anche tre colleghi, Gian, Dave e Marco B, e chi se lo aspettava?

Ceniamo, mi sparo una Weiss media, e poi vado a cambiarmi. Mi rifiuto di farlo nel bagno degli uomini, lo faccio in macchina. Il locale si riempie, nell’ampio giardino all’aperto (giusto di fianco al museo della Ferrari) ogni tavolo è occupato, alcuni indossano una t-shirt dei Led Zeppelin. Ore 21:30, siamo sul palco, controlliamo che sia tutto a posto e si parte.

The Equinox – Beer Stop Maranello 10-09-2022 – Foto Giovanni Sandri

Iniziamo col solito medley Custard Pie/Over The Hills/Immigrant Song. Con Black Dog iniziamo a scaldarci…

Segue Dazed And Confused, un pezzo che “sentiamo” sempre parecchio, uno di quelli in cui si palesa il fifth element di zeppeliniana memoria, ovvero quella entità, quella vibrazione che si aggiunge a quanto noi quattro siamo in grado di dare e porta il risultato finale ad un livello cosmico (riferito al nostro piccolo mondo, s’intende).

Procediamo con Good Times Bad Times …

Saura si accomoda alle tastiere per Misty Mountain Hop e SIBLY. La pedaliera basso su cui agisce con i piedi mentre suona le tastiere ha il volume un po’ basso durante la prima, per poi tornare al giusto livello nella seconda.

The Equinox – Beer Stop Maranello (MO) 10 set 2022 – foto Giovanni Sandri

What Is And What Should Never Be, Moby Dick, The Song Remains The Same e Hot Dog si rincorrono …

The Equinox – Beer Stop Maranello (MO) 10 set 2022 – foto Giovanni Sandri

poi di nuovo Saura alle tastiere per Kashmir, io imbraccio la Danelectro …

The Equinox – Beer Stop Maranello 10-09-2022 – Foto Dave Miani

Poco prima del minuto 04:00 alzo lo sguardo, la luna sopra Maranello è piena, il nostro satellite è dunque interamente visibile dal  pianeta in cui siamo, il plenilunio mi irretisce sempre un poco, il lupo mannaro spirituale che è in me inizia ad ululare…

All I see turns to brown
As the sun burns the ground
And my eyes fill with sand
As I scan this wasted land
Try to find, try to find the way I feel.

Già, il mio Shangri La sotto la luna estiva, a cui tornerò di nuovo, come la polvere che fluttua alta a giugno
sto attraversando il Kashmir …

My shangri la beneath the summer moon – La Luna sopra Maranello – The Equinox – Beer Stop Maranello (MO) 10 set 2022 – foto Giovanni Sandri

E’ il momento di Stairway To Heaven, prendo la doppiomanico un po’ preoccupato, sono ormai alcuni anni che l’anulare della mano sinistra (il dito più importante per un chitarrista Rock) mi duole quando lo sforzo, e la 12 corde naturalmente peggiora le cose. Infatti non è certo la nostra versione di STH più riuscita, ma in qualche modo riesco a concluderla senza disastri.

Via quindi con il piombo zeppelin del finale, in rapida successione: Heartbreaker, Whole Lotta Love (incl. Going Down), Communication Breakdown e Rock And Roll.

The Equinox – Beer Stop Maranello (MO) 10 set 2022 – foto Giovanni Sandri

The Equinox – Beer Stop Maranello (MO) 10 set 2022 – foto Giovanni Sandri

Dopo avere augurato la buonanotte a New York, partono i bis: Thank You e Train Kept A Rollin’

The Equinox – Beer Stop Maranello (MO) 10 set 2022 – foto Giovanni Sandri

Ecco, anche questo piccolo rock and roll show finisce, abbraccio gli amici che vengono – bontà loro – a complimentarsi. Mi metto un attimo in disparte, osservo Saura, Pol e Lele, li vedo chiacchiere con i propri amici … sono fiero del gruppo che ho messo insieme, sono tre musicisti di alto livello, con Lele suono da vent’anni esatti, con Saura da diciannove, con Pol da sedici … mi piace il “senso” che riusciamo a ricreare, il fatto che pur suonando un Rock a tratti molo duro non andiamo mai alla deriva, non diventiamo la solita tribute band dei LZ che la butta sul metal.

Il mio amico John Luke Littlesimons mi scrive un messaggio: “A little rusty but always top notch, man”…Un po’ arrugginiti ma sempre di prim’ordine, amico ….

L’indomani pubblicherò su facebook il video di “Dazed And Confused” e tra i diversi commenti tutti molto positivi vi troverò pure questo:

“… molto bravi e curate nei dettagli l’esecuzione poi a parer mio questo sforzarsi di tributare una band o un cantante è in parte tempo perso artisticamente parlando.”

Ognuno può ovviamente scrivere ciò che vuole, ma i duri e puri mi danno sempre un po’ da fare, troppo facile sentenziare, perché poi non è detto che certa gente con i propri gruppi sia poi così entusiasmante.

La mia risposta sarà immediata: “Ti capisco, a me i tributi fanno venire spesso l’orticaria, ma se suonassi le mie canzoni non verrebbe nessuno a vedermi, i locali non mi chiamerebbero e io non suonerei mai dal vivo. Se non altro non suono in uno dei tributi di cui non se ne può più (queen, liga, vasco etc etc), non faccio tanti medley e cerco di ricreare il “senso” che avevano i LZ. E d’altra parte, visto che sei sincero, lo sono anche io, anche per me quello che proponi tu è tempo perso artisticamente parlando.”

Questa mia risposta scatenerà l’ilarità dei miei amici, riceverò loro messaggi molto spiritosi dove “artisticamente parlando” sarà la chiosa finale di ogni commento. Che ridere. Saura dopo averlo letto mi dirà: “Oh Tyrrell, non gliele mandi poi mica a dire a … (e cita il nome del tizio)” … e che devo fare? Il tipo crede che non lo sappia? Come ho scritto fosse per me proporrei solo le mie canzoni, l’unica cosa che mi piacerebbe fare in questa porca vita, ma se non diventi famoso e hai una passione smisurata per la musica rock dopo tanti anni l’unica alternativa è adattarsi e fare comunque qualcosa che ti piace, e farlo con tutta l’onestà e sentimento che puoi permetterti. Come cantava Vasco “E se qualcuno la vuole menarecon quella vecchia storia sull’educazione, abbiamo già bruciato tutti i libri, bruciamo lui, bruciamo anche lui”…in altre parole se non ti va bene amico mio, vai mo’ a farti dare dove si nasano i meloni.

Rimaniamo a chiacchierare con Moli e Camma (il titolare del Beer Stop), il quale mi dice che è rimasto molto, molto contento e che ci prenota già per il prossimo anno. Ci offre un ultima birra e brindiamo così agli Equinox e al Beer Stop. Ricarichiamo tutto in macchina e ritorniamo verso Borgo Massenzio. Sono quasi le tre di notte, la Domus Saurea sembra riposare quieta…

Ore 3 di notte, ritorno alla Domus - Foto TT

Ore 3 di notte, ritorno alla Domus – Foto TT

Per una attimo mi sovviene di tuffarmi in piscina, poi desisto …

Ore 3 di notte, ritorno alla Domus - Foto TT

Ore 3 di notte, ritorno alla Domus – Foto TT

Torniamo a scaricare e sistemare il tutto, la Stricchi va a posizionarsi sulla doppio manico mentre io mi butto sotto alla doccia. Concludo la serata facendo quello che avrebbe fatto il Dark Lord dopo un concerto… city lights are oh so bright, as we go sliding, sliding, sliding, sliding, sliding, sliding, sliding, sliding …

La Stricchi sulla doppiomanico - Domus Saurea sett 2022 - foto TT

La Stricchi sulla doppiomanico – Domus Saurea sett 2022 – foto TT

Ho ancora adrenalina in circolo ma la stanchezza si fa sentire, spengo la abat jour, mi immergo nel regno di Morfeo, il brusio dei ventimila del Madison si attenua … New York goodnight.

RP New York Goodnight

◊ ◊ ◊

©The Equinox live at the Beer Stop 2022 filmed by Giovanni Sandri

2 Risposte a “The Equinox live al Beer Stop di Maranello (MO) 10 settembre 2022”

  1. lucatod 17/09/2022 a 12:49 #

    Three years ago.. cavolo come è passato il tempo. Considera che il nostro “affezionatissimo” in questo arco di tempo era passato dal non memorabile Tour over Europe ai concerti ARMS , con tanta ruggine manco fosse il relitto di una nave affondata.
    A mio parere il commento del tizio è stato buttato li a caxxo senza pensare cosa sta dietro un gruppo del genere. Suonare i pezzi dei LZ con il loro stesso approccio (senza sembrare una cover band di hard rock americano) non è certamente roba da poco. Lo sappiamo , i Led Zeppelin non erano gli Eagles. Ogni concerto era diverso da quello precedente , suonare pezzi come SIBLY o STH senza replicarne le sonorità nota per nota è più difficile che fare Hotel California a ripetizione.
    Train kept a-rolling all night long…

    Piace a 1 persona

  2. Lorenzo Stefani 22/09/2022 a 17:11 #

    Dazed and Confused semplicemente super. Bravissimi! Peccato che stavolta non ho potuto vedervi dal vivo.

    "Mi piace"

Rispondi a lucatod Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: