Pensieri cupi in un bel mattino di sole:the sun is shining but it’s raining in my heart

4 Feb

Esco dal weekend con l’umore tutto rotto, i sabati e le domeniche con Brian ormai sono pesantissimi. Stanotte poi mi ha chiamato alle 4,05 “Ciao, Tim, volevo sapere come siamo messi per domani”. Povero Brian, ancora cosciente ma sull’orlo del baratro, spaventato e confuso. Dalle 4 alle 7 ho provato a riprendere il filo del sonno, ma  branchi di blues imbizzarriti imperversavano nelle praterie della mia worried mind, il rumore di quel galoppo nervoso mi ha tenuto nel dormiveglia. Nemmeno Palmiro, venuto a dormicchiare cheek to cheek con me nell’ultima mezzora, è riuscito a calmare quest’anima tormentata.

Scendo, c’è un bel sole, ma i pensieri rimangono cupi…

Domus saurea backyard - foti di TT

Domus saurea backyard – foti di TT

Salgo sul raccordo che porta alla tangenziale di Regium, gli Appennini davanti ma l’anima ancora indietro…

Freeway & hills - foto di TT

Freeway & hills – foto di TT

La deluxe edition di ON STAGE dei RAINBOW cerca di tenermi in carreggiata l’animo, ma c’è poca da fare, la blue soul stamattina scarta di lato, si alza sulle zampe posteriori, nitrisce, impossibile domarla…

Cerco di concentrarmi sul sole, dopo giorni di neve, nebbia e pioggia il suo brillare è quasi una novità. Sabato di prima mattina mentre andavo da Brian dipanavo la nebbia senza troppi problemi, poco dopo mentre lo portavo a Ninentyland sotto ad una pioggia battente canticchiavo addirittura qualcosa…

Foggy day in Gavassae - foto di TT

Foggy day in Gavassae – foto di TT

La Crocetta (Mutina) - foto di TT

Misty Crocetta  Hop (Mutina) – foto di TT

Ninetyland bound: two fools in the rain - foto di TT

Ninetyland bound: two fools in the rain – foto di TT

…oggi invece col sole sono down in hole, che paradosso. Magari c’entra anche l’Inter. Già perché perdere 3 a 1 con l’ultima in classifica non giova certo allo spirito. Che delusione la mia squadra di queste ultime settimane. A novembre eravamo la rivelazione del campionato, bastonavamo la J**e, il Milan, il Napoli, sembrava che i campioni fossero tornati, e invece guarda qua, una squadra rattrappita, in confusione, persa…un zattera in balia di piccole onde che si infrangono su di essa come fossero cavalloni alti 15 metri. C’è poi la faccenda Balotelli a rendere ancora più instabile tutto. Non fa certo piacere vedere il Milan che si sente più forte grazie a lui, ma sono contento sia tornato in Italia. SuperMario mi è sempre piaciuto, ho sempre preferito uno così piuttosto che un’anima candida. Lo guardavo ieri sera e mi prendeva un forte nostalgia. Curioso però che ora tutti dicano quanto sia forte e quanto sia bravo, quando giusto due anni fa era un “negro di merda” a cui augurare la morte. Ancora più curioso vedere quel guitto da baraccone del cavaliere nero puntare su di lui per risollevare le sue sorti anche politiche, quando pochi giorni fa gli dava della “mela marcia”. Mario, Mario, lo so che tieni il Milan, ma quanto mi manchi…

Super Mario Balotelli

Super Mario Balotelli

A tutto questo va aggiunta la situazione politica: sono allibito nel vedere che buona parte degli elettori di centro destra si stiano facendo irretire ancora un volta dal cavaliere nero. Non riesco a capire: fino ad un anno fa era lui a capo del peggior governo di tutti i tempi, era impelagato in squallide storie sessuali con minorenni e meretrici, ancora oggi è sotto processo per faccende di malaffare, e i sondaggi lo danno in constante ripresa. Sto veramente perdendo fiducia nell’Italia. Io che l’ho sempre difesa, comincio ad arrendermi, a rassegnarmi. L’intollerabile invadenza del vaticano, i rigurgiti del fascismo, Grillo che si dice possibilista verso casapound, Ingroia che diventa quello di cui lo ha sempre accusato il cavaliere nero e che accoglie nelle sue file quegli stronzi di Rifondazione Comunista (che, ricordiamo, per ben due volte fecero cadere il governo Prodi e per questo non vanno perdonati), Santoro che confeziona una puntata della sua trasmissione su misura per l’omino delle cene eleganti, Monti che da figura istituzionale, seppur grigia e borghese, si trasforma in uno dei tanti politici insopportabili…che sconforto.

Sono triste e sconsolato, oggi sarei dovuto rimanere a casa , in posizione fetale sul divano, dentro il ventre della musica rock e non uscirne più. Gli ELP con l’orchestra al Madison Square Garden nel 1977, i LED al Los Angeles Forum il tre giugno del 1973, i ROLLING a Bruxelles nel 1973, gli EDGAR WINTER’S WHITE TRASH del 1971, JOHNNY WINTER e gli ALLMAN al Fillmor East nel marzo del 1971, la BAD COMPANY, i BOC , e via via tutto il resto. Ah, che azzurri che ho stamattina…

…I woke up this morning, I had them Nonantola Blues,
I woke up this morning, I had them Nonantola Blues,
Well, I looked over in the corner, and Brian seemed to have them too…

6 Risposte to “Pensieri cupi in un bel mattino di sole:the sun is shining but it’s raining in my heart”

  1. Pierluigi 04/02/2013 a 13:42 #

    Condivido la tua analisi politica al 100%.

    Mi piace

    • Fausto "Tom" Tomelleri 04/02/2013 a 14:07 #

      Sì, okay ma non ti dimenticare quelle facce da teschi imbalsamati della sinistra con tutti quegli scheletri negli armadi…non ultimo i 4 o 14 miliardi dei PASCHI DI SIENA (sigh!1-3..e due gol del Supermario regalato da quel buonista sì..nò..sì…nò del Moratti…
      Ho l’impressione che sia all’Inter che in Italia molti si siano venduti i c……i. W Stramazzoni. Au revoir Fausto Tom Tomelleri

      Mi piace

  2. timtirelli 04/02/2013 a 14:04 #

    Temo che tu condivida anche la frustrazione riguardo il calcio, caro Pigi: la “maggica” va via di pari passo con la mia Inter, ahinoi:-(

    Mi piace

  3. lucatod 04/02/2013 a 14:25 #

    Mi ritrovo nella stessa sconfortante situazione , io la fiducia verso il mio paese l’ho proprio persa , non riesco nemmeno più a guardare un TG o leggere un giornale perché mi viene da vomitare . Il cavaliere de sto ca**o di nuovo a fare promesse , Monti che come dici tu pur avendo quell’aria borghese perlomeno sembrava cosciente di quel che faceva , invece s’è dato anche lui al mondo dello spettacolo . Non mi sento affatto rappresentato da nessun partito , sono sempre stato di sinistra ma mi pare non ci sia rimasto nulla .

    Sempre più spesso mi ritrovo ad ascoltare bootleg , ultimamente sto facendo tornare a girare sullo stereo Montreal 1977 dei Pink Floyd (un concerto certamente poco memorabile ma che a me piace ascoltare nei momenti di crisi) e un bellissimo soundboard degli Eagles al forum di L:A , 4 marzo 1980 , tra i miei pezzi preferiti ,- King Of Hollywood , The Sad Cafe e Turn The Stone di Joe Walsh .

    Mi piace

  4. saurafumi 04/02/2013 a 14:30 #

    Per quanto riguarda la situazione politica, sono d’accordo quasi su tutto, e quel quasi riguarda ovviamente Beppe Grillo, al quale, non lo nascondo, mi sono un po’ avvicinata.
    L’unica cosa che voglio dire è quella di non prendere per oro colato tutto quello che scrivono i giornali su di lui, specialmente (ahimè) quello che scrive Repubblica.
    Proprio ieri Grillo è stato a Regium Lepidi (squallida la mossa del comune di spegnere la webcam in piazza Prampolini per non far vedere la folla che c’era…) ed io ho seguito l’evento in diretta streaming.
    Bene, per fare solo un piccolo esempio, mentre Grillo parlava della giunta di Parma, ha chiaramente detto che a Parma sono state aumentate le rette degli asili nido al 20% alle famiglie benestanti per permettere all’80% di quelle in difficoltà di riuscire a mandare al nido i loro figli. E ha detto che ognuno deve fare qualcosa perché altrimenti da questa situazione critica non se ne esce più. E fin qui chi può dargli contro, se non quelli che pensano solo al loro orticello?
    In serata, spostatosi a Parma, ci sono stati cinque, dico 5 in numero, persone che con uno striscione hanno contestato questa scelta di Pizzarotti. Ed ecco prontamente uscire su Repubblica il titolone che Grillo è stato contestato per il caro-asili a Parma.
    Ma contestato dove? Da 5 persone su 8000? Vedete come i giornalisti ingrandiscono le cose e le fanno sembrare diverse da quelle che sono?
    Mi spiace proprio, ma se le cose stanno così, e sembra proprio che stiano così (completamente travisata anche la frase su Roma… era riferita ai francesi… sul web c’è l’originale, basta solo andare ad ascoltarsela…) allora non posso che dare ragione a lui.
    Poi per tutto il resto si vedrà.

    Mi piace

  5. Paolo Barone 04/02/2013 a 18:38 #

    Arrivo al bar, caffe’ mentre sfoglio il manifesto, entra il farmacista con un amico.
    Si, si, che politici di merda che abbiamo in questo paese, che sckifo, devono morire tutti, so’ tutti uguali, so’ tutti uguali, devono mori’ tutti devono….ma li vedi che facce, che figure, la regione lazio, Monti, ‘e tasse, semo proprio arivati al limite….E Berlusconi, poi, ma te rendi conto….Che sckifo…..Anche se poi….’O sai che c’e’?!? Io lo RIVOTO!!! Tanto nun ce sta gnente de mejio, così se ‘mparano, pe fajie ‘n dispetto a tutti…. io ‘o rivoto a Berlusconi!!!!
    Ecco. Così siamo messi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: