Rituali per scacciare i blues feroci

5 Giu

Bassa pressione sul mio ufficio, nuvole gonfie e pesanti rendono l’atmosfera quasi insostenibile, l’aria sembra rarefatta e si fatica a respirare. Come ogni giorno mi sto occupando di “economy & administration”, penso alle parole di Paolino Lisoni (” belle vite di merda che facciamo…“), alla compilation di pezzi bellissimi che sto scegliendo insieme a Picca (un doppio CD a cui abbandonarsi completamente senza ascoltare più nulla d’altro…un cd che avrà pezzi tipo LIVE AND LET DIE, MUSIC, TAKE THE LONG WAY HOME, BAKER STREET e prelibatezze simili), ai messaggi che scambio con GIANCARLINO TROMBETTI… tutto questo mentre mi ascolto RED ROSE SPEEDWAY degli WINGS, gruppo che, insieme ai FIRM, rappresenta ad oggi le mie preferenze assolute.   (sì, dai, lo sapete, è una boutade).

Sono dentro ad uno dei miei soliti blues, quelli noiosi, tediosi, irrisolvibili…l’anima spinge verso voli pindarici, verso nuovi zenith, verso scelte coraggiose … ma i freni inibitori fan sì che dopo qualche passo verso la nuova direzione, io incespichi, cada, mi ritiri. Misera la vita se si abusa del volere sganciato dal potere…

Brake

E allora guardo alla finestra, quando arriverà il corriere? Non sono più tanto orgoglioso di fare ordini su AMAZON, non mi pare che questa azienda sia poi così ligia al commercio etico, i reportage che leggo su internet non sono incoraggianti…ma evidentemente non ho sufficiente energia per recarmi a Modena da DISCHI IN PIAZZA e spendere lì quei pochi euro che mi rimangono per sognare. Poi ecco l’autista cingalese della SDA che suona al campanello, scendo le scale di corsa, gli sorrido, lo ringrazio e stringo forte il pacchetto. Lo apro con la delicatezza con cui ROBERT LANGDON apre il misterioso contenitore che trova in una tasca nascosta della sua giacca nel romanzo INFERNO…

Eccoli qui i miei gioielli:

Pacchetto amazon

Uno può domandarsi “Ma cosa compri il box set dei CHEAP TRICK che hai già tutti gli album'”? Uno però può rispondersi “Perchè quelli dal 1983 in poi si trovano rimasterizzati solo in questo cofanetto”… ma in realtà il motivo è un altro, lo sappiamo, ed è quello dell’illusione di rivivere le fortissime emozioni che  ci attraversarono quando ci trovammo in mano per la prima volta certi dischi. Un giorno di alcuni decenni fa vidi il filmato di CT al BUDOKAN…rimasi folgorato. Corsi dalla PINA a Modena, trovai il Live (su vinile naturalmente … i cd sarebbero arrivati 10 anni dopo) di importazione giapponese, con un booklet – roba mai vista- e con la copertina apribile. Una scossa di adrenalina mi tenne accesso per varie settimane. Poco dopo arrivarono DREAM POLICE e ALL SHOOK UP (il mio preferito)…se ci ripenso sento ancora un fremito lungo la schiena…ecco, sì , è l’illusione di scoprire ancora una volta uno dei grandi album del rock, e dato che i grandi album del rock li abbiamo già tutti, ci inganniamo ricomprandoli in nuove edizioni.

E  così metto questi due cofanetti accanto al PC in modo da vederli continuamente  e in pausa pranzo mi sdraierò sulla brandina dello sgabuzzino, ripiegato su me stesso lì terrò stretti a me …” e allora sì, torno a girare là dove c’è musica …”

ripiegato su me stesso

4 Risposte to “Rituali per scacciare i blues feroci”

  1. DoC 05/06/2013 a 18:47 #

    Maestro mi piacerebbe partecipare alla super compilation ! I pezzi citati mi sembrano davvero azzeccati…boh, credo di aver capito il taglio della raccolta, e magari vi propongo qualcosa, tra un southern comfort e un altro…ma è meglio con l’arancia o senza, secondo te ?? Let the sun beat down upon our faces, D…onna !!!

    Mi piace

  2. mauro bortolini 05/06/2013 a 19:26 #

    George Martin e Cheap Trick!!!!! Quanti albums ha prodotto per loro!!!!!!
    Ho un vinile ( un greatest hits ) dove rifanno un brano dei Beatles.

    Mi piace

    • timtirelli 05/06/2013 a 23:49 #

      Mauro, GEORGE MARTIN ha prodotto solo ALL SHOOK UP del 1980, che come ho scritto mi piace davvero tanto.
      DAY TRIPPER è stato pubblicato come brano di punta di un maxi singolo del 1980. Gli altre 3 pezzi non sono nulla di memorabile.
      Nel 2009 hanno fatto uscire SGT PEPPER live suonato con l’aiuto di una orchestra. E’ disponibile sia il livealbum che il DVD. L’album è entrato nella top 100 americana.

      DOC: credo tu abbia capito il taglio della supercompilation, temo ahimè che già in due siamo più che sufficienti. Il patto è che i brani devono convincere entrambi…Picca me ne ha proposti almeno 10 che io ho cassato, e lui ha fatto lo stesso con la dozzina ulteriore che ho suggerito io. Al momento siamo a 20. Se ci mettessimo una testa in più non finiremmo mai. Sorry.

      Mi piace

  3. mikebravo 06/06/2013 a 08:28 #

    Hai ragione Tim. Ero convinto che avesse lavorato per tanti albums.
    Scorrendo i produttori che hanno avuto vedo che non si sono risparmiati nulla.
    Coi soldi di AT THE BUDOKAN probabilmente.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: