Intervista a LUCIANO VITI, photographer extraordinaire

25 Feb

Entrai in contatto con Luciano quando iniziai a pubblicare OH JIMMY, la mia fanzine, più o meno 35 anni fa. Ricordo sempre con piacere la sua disponibilità e  la sua passione rock, sebbene già allora era convinto che il Rock fosse morto. Mi mandò alcune stampe di foto che scattò a PAGE durante la calata del Dark Lord al Pistoia Blues festival, nel 1984. Rimanemmo in contatto per un po’ poi ci perdemmo di vista. Ci siamo ritrovati recentemente ed è stato spontaneo fare il punto della situazione mediante questa intervista.

 

Miles Davis - photo Luciano Viti

Miles Davis – photo Luciano Viti

 

Luciano, ci racconteresti qualcosa su di te, sulle tue esperienze professionali e se vuoi come essere umano?

lv.   Ho 60 anni  da 45 seguo la musica rock come appassionato e da 40 come fotografo. ho avuto il  piacere e la fortuna di “lavorare” con centinaia  di artisti micidiali da miles davis a chet baker, da keith richards a jimmy page, da alberto sordi a vittorio gassman ,e cosi via. Ho realizzato più di 100 cover di cd, lp, tre libri, e varie campagne pubblicitarie ma forse vedendo il mio sito web si ha una panoramica migliore del mio lavoro www.lucianovitiphoto.com  .Sono una persona che non frequenta feste e mondanita’ varie. ho pochi amici e purtroppo i più  intimi sono gia’ morti. Sono piu bravo che famoso ahahah. Me ne sto molto per conto mio, ma quando fotografo sono come un puma all’attacco… nessun ostacolo mi ferma. Ho un archivio veramente micidiale.

Luciano Viti

Luciano Viti

Non è una domanda originale, ma come è stato fotografare i più grossi nomi del rock? da fuori noi immaginiamo chissà che, probabilmente non è tutto rose e fiori…

lv.  …emozionante… ma riesco a mantenere lucidità e concentrazione x portarli a fare lo “scatto” che ho in mente. tanta pazienza, essere sempre educati, molto professionali e poi  rimanere sempre se stessi. Lavorare, lavorare, lavorare, un po’ di talento e un po’ di fortuna sono basilari.

Anche tu come molti di noi sei un musicologo, ti piace la musica buona, hai buon gusto, …è stato difficile fare della musica il tuo lavoro e vivere sulla tua pelle certe dinamiche che magari non sono il massimo per il fine supremo, l’arte musicale?

l.v.bisogna incominciare molto giovani, fare gavetta, e piano piano entrare nei  circuiti giusti… mi scateno di più quando ho stima del soggetto che devo fotografare, pero’ non dimentico mai che e’ il mio lavoro, e sono molto professionale in qualsiasi situazione.

Carlos Santana - photo Luciano Viti

Carlos Santana – photo Luciano Viti

Lo so, è una domanda che ti avranno già fatto tante volte, ma tra tutte le rockstar con cui hai avuto a che fare ce ne è stata qualcuna che, guardandola negli occhi, ti sei detto “qui dietro c’è una gran persona”? hai qualche storiella gustosa che ti va di raccontare?

l.v. keith richards…le storie sono tante…ci vorrebbe piu tempo…

Keith Richards - photo Luciano Viti

Keith Richards – photo Luciano Viti

Come vedi oggi lo stato del rock in italia e non?

l.v. e’ tutto finito da un pezzo…e l’italia e’sempre stata ai confini del vero mondo rock. mi e’ piaciuto molto l album, “9” dei negrita.

Musica: 5 artisti o gruppi che ti piacciono da morire….

l.v. led zeppelin, beatles,ry cooder, hendrix, allman bros, stones, cream, vecchi bluesmen…

Musica: 5 album senza i quali non potresti vivere…

l.v. led zeppelin 3 , c.s.n., a.b.b. fillmore east (de luxe ed.), cream wheels of fire, beatles abbey road…ma posso vivere anche senza….ahahah

CSN - photo Luciano Viti

CSN – photo Luciano Viti

musica: i tuoi 5 chitarristi preferiti

.lv. j.page, e.c. con i cream, hendrix, d.allman, ry cooder, robert johnson, il primo bb. king, lightnin’hopkins, in italia r.ciotti

Per Luciano viti chi sono i led zeppelin?

l.v. tanti ricordi e tanti sogni di un ragazzino…

Jimmy Page Pistoia 1984 - photo Luciano Viti

Jimmy Page Pistoia 1984 – photo Luciano Viti

Cosa ricordi dei tuoi momenti con jimmy page a pistoia nel 1984?

l.v. il  sogno  che si concretizza… lui era molto alla mano…

Viti e Page - Pistoia luglio 1984 - photo Nik Diletti

Viti e Page – Pistoia luglio 1984 – photo Nik Diletti

Il tuo pezzo rock preferito?

l.v. statesboro blues da fillmore east a.b.b.

Il tuo pezzo easy listening preferito ?

l.v. white shade of pale.

Qualche nome di artisti o gruppi italiani che ami particolarmente?

l.v. facile…pino daniele, roberto ciotti, l.battisti.

Eric Clapton & Pino Daniele - photo Luiciano Viti

Che giornali musicali leggi?

l.v. nessuno

Che quotidiani leggi?

li intravedo… quando capita…

Film: i tuoi 5 preferiti.

l.v….  il terzo uomo,  la grande guerra, i compagni, 8 1/2, isoliti ignoti.

Fumetti: tuoi 5 preferiti.

l.v. una volta… ricordo ken parker , tex, la storia del west, la collana eroica…ma  sono passati tanti anni…

Un libro che hai divorato.

l.v…..g.von breuning beethoven nei miei ricordi giovanili.

Jimmy Page - Pistoia 1984 - photo Luciano Viti

Jimmy Page – Pistoia 1984 – photo Luciano Viti

Gli scrittori che segui con più passione

l.v.  cormac mccarthy,  m.rigoni stern….

Qualche pulsione per il calcio? quale è la tua squadra del cuore?

l.v.ono rimasto a …pele’.

Tu hai vissuto gli anni sessanta (anche se eri poco più di un bambino) e settanta, avresti mai pensato che la società sarebbe arrivata a questi bassi livelli?

lv. no.

Jimmy Page b - Pistoia 1984 - photo Luciano Viti

Jimmy Page b – Pistoia 1984 – photo Luciano Viti

Quale è la cosa che ti manca di più dell’’epopea classica della musica rock (seconda metà sessanta/prima metà settanta)?

l.v.ogni disco che usciva era stupendo, e veramente  c’era la possibilità di poter concretizzare i tuoi  desideri ….e avere 18anni!!!

Quando si tratta di concerti rock vissuti in prima persona, quali sono i ricordi a cui sei più legato?

l.v. tanti:led zeppelin  un paio di volte, ry cooder milano 1982, j. winter 1977 in u.s.a,  f.zappa roma 1974, willie de ville e joan armatrading, entrambi visti all’apice della loro breve carriera, james taylor a nashville 1982, pino daniele in alcune serate magiche, le prove di e.c. che si scatena in trenta minuti di blues stratosferici, e tanti tanti ricordi….

Led Zeppelin Zurigo 29-6-1980 -photo Luciano Viti

Led Zeppelin Zurigo 29-6-1980 -photo Luciano Viti

Un amante della musica della nostra generazione non può che essere affezionato al vinile, tu riesci ancora a sentire il fascino per i 33 giri? riesci a provare qualcosa di simile anche per i cd, magari quelli in deluxe edition?

l.v.non sono più un collezionista, mi sono tenuto libri, cd, lp autografati, e quelli a cui sono affezionato… in tutto non arrivo a mille… il resto ho venduto tutto.

Peter Gabriel - photo Luciano Viti

Peter Gabriel – photo Luciano Viti

Ti senti più vicino alla scuola inglese o a quella americana, parlando naturalmente di musica rock?

l.v. tutte e due fino agli anni 70. non mi interessa punk, grunge,etc …

Che rapporto hai con gli mp3, li usi senza troppi problemi o sei anche un cultore del lossless (file senza perdita di qualità)?l

l.v.al 90×100 ascolto cd lp

Luciano Viti

Luciano Viti

Qual è lo strumento musicale che più ti affascina, e nel caso tu ne abbia uno, che marca e che modello?

l.v.chitarra e pianoforte,  il violino solo nella musica classica. possiedo due chitarre (Martin D41 e Gibson SJ200) ma sono un dilettante.

Se ti trovassi all’incrocio, una calda sera d’estate verso mezzanotte, lo faresti il patto? cosa chiederesti in cambio della tua anima?

l.v.quante cose posso chiedere? ahahah ….di avere tanta salute, rimanere a trentanni, e suonare come ry cooder …. p.s. x le foto mi accontento del mio talento !!!

Johnny Winter Pistoia 1988 - photo Luciano Viti

Johnny Winter Pistoia 1988 – photo Luciano Viti

Ci sono giornalisti musicali italiani che ammiri e stimi?

l.v.carlo massarini , sergio mancinelli, sono amici, ma in radio e’pieno di bravi conduttori rock

Ci sono fotografi rock che ammiri?l

l.v..jim marshall, art kane, ed caraeff, david gahr, etc, perche’ hanno fotografato e documentato il rock nel suo massimo splendore.

Jimmy Page & Rory Gallagher Pistoia 1984 - photo Luciano Viti

Jimmy Page & Rory Gallagher Pistoia 1984 – photo Luciano Viti

Che canzone o che brano ascolta luciano viti nelle sere un cui si ritrova solo in casa?

l.v.non ascolto solo musica rock…anche un po’ di classica , un po’ di jazz,  tanto blues…e vedo molti film

Qual è il senso della vita?

l.v.vallo  a capire….

Carlos Santana - photo Luciano Viti

Carlos Santana – photo Luciano Viti

Quando guardi l’infinito, di solito a cosa pensi?

l.v.al tempo che  passa, alle persone che non ci sono più, agli affetti passati.  Un p’ di nostalgia…

Nel congedarci da te vorremmo un tuo pensiero o una citazione che ti sta a cuore.

l.v.non fare domani , quello che puoi fare oggi.

◊   ◊   ◊

LUCIANO VITI fine art prints:

Sul sito di Luciano è possibile acquistare stampe in tiratura limitata di artisti a noi cari. Per i riferimenti visual e prezzi vi rimando alle pagine del suo sito:

Thru the Luciano Viti web site you can buy fine art prins limited edition of some of the greatest artists here the link:

http://www.lucianovitiphoto.com/

http://www.lucianovitiphoto.com/fineartprints.html

http://www.lucianovitiphoto.com/pricelist.pdf

Luciano Viti frame

 

5 Risposte to “Intervista a LUCIANO VITI, photographer extraordinaire”

  1. Lalli 25/02/2016 a 10:48 #

    Molto interessante. Grazie Tim per aver pubblicato questa intervista.
    p.s. da un po’ non leggo commenti di Beppe Riva. Mi sono persa qualcosa? Lo leggeremo ancora sul blog?

    Mi piace

  2. lucatod 25/02/2016 a 15:40 #

    Una bella carrellata di nomi ! Le foto scattate a Jimmy Page (e con Rory Gallagher) da Luciano Viti mi sono sempre piaciute , con quell’aria dissoluta ma anche divertita . Chissà cosa c’è dietro quelle foto .. Grazie Tim .

    Mi piace

  3. mikebravo 25/02/2016 a 19:02 #

    Ammiro Luciano Viti e le sue foto.
    Bella intervista.
    Lo invidio per Pistoia 1984.
    Io quel giorno ho fatto di tutto prima, durante e subito dopo il concerto
    per avvicinare page.
    Mi sono addentrato anche nel backstage dove ho salutato ginger baker
    prima di essere schiaffato fuori.
    La tattica giusta era avvicinarlo in pizzeria a tarda ora.
    Ma mia moglie aveva freddo e cosi’ non ho visto rory gallagher e non
    ho incontrato page.
    Una cosa che ricordo bene é l’esclamazione di un fan toscano durante
    il concerto :
    MAREMMA MAIALA, ME’ CASCATO UN MITO!!!!
    .

    Mi piace

  4. timtirelli 25/02/2016 a 20:35 #

    Allora eravamo vicini Mike, esclamazione che ho sentito nitidamente anche io.

    Mi piace

  5. mikebravo 26/02/2016 a 07:52 #

    Ah, Tim, quella sera era l’occasione per avvicinare il Jimmy.
    Non me lo tolgo dalla testa.
    Viene a suonare a 30 km dal paese dei miei nonni.
    Addirittura nella piazzetta della chiesa imparo da una locandina che Jimmy
    suona a Pistoia il 16 luglio.
    Tutto come nel sogno piu’ bello.
    Il mito che viene sotto casa mia.
    13 anni che aspetto quel momento.
    Ho passato giorni, mesi,anni ad ascoltare i suoi dischi.
    Ho cercato le sue sessions.
    Sono risalito agli Yardbirds.
    Sono arrivato a sognarlo di notte ( il che mi ha indotto a dubbiosi pensieri ).
    E lui che fa ?
    Viene a suonare a Pistoia.
    Ma Jimmy, il dio della chitarra, scendi nelle mie terre ?
    Non posso crederci.
    Tu vieni da me?
    Ero io che dovevo venire a Zurigo.
    E non l’ho fatto.
    Che coglione sono stato.
    CHE FIGURA DI MERDA direbbe coliandro.

    Poi lo vedi a 10 metri prima del concerto.
    Lo invochi, lo supplichi di avvicinarsi alle transenne
    COME HERE JIMMY!!! COME HERE JIMMYYYYYYYY!!!!
    PLEASEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Lui saluta con la manina e si inguatta..

    A sera tardi bisognava buttarsi sulle sue tracce.
    Pedinarlo.
    Avvicinarlo in pizzeria.

    Cosi’ non è stato.

    Inutile dire che c’è stato un seguito.
    Ho prenotato foto dal fotografo del festival telefonandogli
    e sono tornato a Pistoia al suo studio a ritirarle.
    Le foto sono belle.
    Lui ha la maglietta giapponese.
    Sembra quasi che si impegni a suonare.
    Ma in qualcuna tradisce difficolta’ a domare lo strumento.
    E suda.

    Credo da knebworth 1979 a pistoia 1984 abbia fatto sempre
    grandi sudate sul palco.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: