Risparmiare qualche euro e comprare un kit di sopravvivenza

9 Feb

Più di quattro anni di crisi economica continua, di speranze di ripresa che appassiscono, meno soldi in tasca, poche possibilità, timore del futuro, sentimenti di incertezza, inadeguatezza, insicurezza. Si vive più a lungo, ma la società è cambiata, il sol dell’avvenire che negli anni settanta sembrava dietro l’angolo chissà mai se sorgerà. Paure ancestrali del forestiero e dello straniero ormai radicati sulla tua terra. L’Italia che sembra affondare, il senso dello stato ormai inesistente, il concetto “la comunità prima di tutto” ormai sparito, tutti aggrappati al proprio pianerottolo. Il senso di giustizia, le pari opportunità, la dignità da garantire a tutti…concetti ormai svaniti. Dalla tua pianura guardi a sud e ti vien voglia di bestemmiare…sì, umanesimo ‘sto cazzo! Guardi a nord e ti vien voglia di vomitare…sì efficienza ‘sto cazzo!

Italia malmessa

Il malaffare come modus vivendi, il soldo come unico scopo. Intendiamoci, avere soldi e possibilità è un traguardo valido per tutti, ma il contesto deve essere diverso…onestà prima di tutto, poi fratellanza, uguaglianza, tolleranza. Volgi allora lo sguardo alla caput mundi, la città a cui senti appartenere, ma se sposti le tendine dai viali di pini marittimi in una bella domenica mattina di maggio, la vedi meglio la tua città e non puoi fare a meno di notare che sembra una cagna in mezzo ai maiali.

ROMA Viale delle Terme di Caracalla

UNA CAGNA IN MEZZO AI MAIALI

Ci si mettono poi gli anni che passano veloci, le mamme che imbiancano e poi spariscono, i padri che scivolano verso l’oblio, i sogni che crollano, gli amori che finiscono e i patti che il demonio non ha mantenuto. Aggiungi poi che dopo lo Special One il diluvio e sei a posto.

Cosa fa allora un uomo di blues perso nella Regium Mutina county?

Bluesman

Va su Amazon e spende quel po’ di euro risparmiati in un kit di sopravvivenza:

acquisti di febbraio - foto di TT

O là.

Ecco che con il kit la vita si fa meno faticosa. Al mattino lo infili, insieme ad una manciata di bootleg degli EMERSON LAKE & PALMER, nella borsa e ti senti meglio. Lo tieni lì sul seggiolino e sai che puoi provvedere alla bisogna in qualsiasi momento. Le nubi si fanno meno scure, il traffico meno intenso, il broncio meno pronunciato, le groupie ancor più gnocche. Ah che meraviglia.

Grazie alle deluxe edition in fondo la vita è bella.

Some people say I’m no good
laying in my bed all day
but when the night times comes I’m ready to rock
and roll my troubles away
I don’t care if the sun don’t shine
I know I’m gonna see it trough
I don’t care what nobody says
I’m tell you what I’m gonna do

I’m gonna live for the music
give it everything you got
live for the music you know you’re gonna find a lot
to ease your mind

now you may say I’m a mean mistreater
say I never treat you right
but sooner or later I’m gonna get to ya , baby
I don’t wanna fuss and fight
hey baby gimme good lovin
do it to me all night long
any old thing gonna make me happy
long as I can sing my song

I’m gonna live for the music
give it everything you got
live for the music you know you’re gonna find a lot
to ease your mind

Hey, give it everything, give it everything Give it everything you got Give it everything, give it everything Give it everything that you got


Get out on the floor 
Dance and dance some more Come on, come on, come on baby Come on, come on, come on baby Yeah, yeah

 

BAD COMPANY

BAD COMPANY

4 Risposte to “Risparmiare qualche euro e comprare un kit di sopravvivenza”

  1. lucatod 09/02/2013 a 13:32 #

    Chetelodicoafare !!! Come darti torto …. A volte un edizione UK in vinile di Led Zeppelin II può salvarti la vita …

    Nella cartina dell’Italia “sorretta” manca la povera Sardegna , ahimè l’anno direttamente fatta sprofondare nel mediterraneo .. :(

    Mi piace

  2. Eli 10/02/2013 a 11:44 #

    Consigliabile anche un “kit di sopravvivenza” in ufficio, di fianco al pc, appoggiato alla stampante. Il capo passa, osserva con aria perplessa/preoccupata il kit e la sottoscritta poi prosegue senza commenti. Faccio partire il cd, il suono lento di un’armonica si diffonde nell’aere. Il capo ripassa, lo sguardo da perplesso diventa incuriosito e intanto l’atmosfera è più distesa e spunta qualche sorriso qua e là. Fosse per me lo inserirei nell’ordine di cancelleria mensile! :-)

    Mi piace

  3. mikebravo 05/05/2017 a 12:59 #

    Avevo previsto tempi duri per i fans di jiimmy page e forse per questo avevo conservato
    sigillato un cd dal titolo Jimmy rogers all stars blues band chicago.
    E quando, per la lunghissima astinenza, ho deciso di ascoltarmelo, sono partito dal brano 12.
    GONNA SHOOT YOU RIGHT DOWN ( boom boom ) presenta JIMMY PAGE lead guitar,
    ERIC CLAPTON guitar.
    Al canto ROBERT PLANT alternato a JIMMY ROGERS a cui é dedicato il disco.
    Il brano 12 ascoltato 12 X 12 volte in un giorno,
    fara’ si’ che
    JIMMY PAGE PUBBLICHERA’ UN DISCO IN STUDIO !

    Il brano é bellissimo e mi ricorda tanto un gruppo in cui hanno suonato le due chitarre
    presenti nel brano.
    Data 1999…………………………………………………………………………………………………..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: