AL DI MEOLA – Orpheum Theatre Boston, MA 12 June 1977 (bootleg – no label – Dan Lampinski tape) – TTTTT

14 Mar

TITLE: AL DI MEOLA –  Orpheum Theatre Boston, MA 12 June 1977

LABEL: NO LABEL 

TYPE: Master audience recording taped by Dan Lampinski

SOUND QUALITY: TTTTT-

PERFORMANCE: TTTTT

BAND MOOD: TTTTT

Al DiMeola 1977-06-12 fr

Al DiMeola 1977-06-12 bk

Al Di Meola me lo fece scoprire il mio amico Massimo nel 1978, poco dopo avermi presentato i LZ. Benché fossi attratto quasi esclusivamente dal rock, queste deviazioni verso sonorità jazz/rock non mi dispiacevano affatto fin da allora. I primi tre album di ADM sono a mio parere fondamentali per ogni chitarrista, jazz imparentato col rock, qualche finestra aperta sul Mediterraneo e un approccio tale da affascinare anche i rocker più convinti come me. Il periodo 1976-78 di ADM è dunque quello che mi interessa e questa registrazione ne è una bella testimonianza. Il tour è quello di ELEGANT GYPSY, il secondo disco, la registrazione fu fatta dal leggendario DAN LAMPISNKI, appassionato che negli anni settanta registrò in qualità audio eccellente (seppur audience) moltissimi concerti che si tennero nella zona PROVIDENCE /BOSTON (leggi sotto nelle note del bootleg per ulteriori info).

Scorribande di chitarra elettriche, intricati passaggi musicali, musica profonda e ricca, completo comando dello strumento (una Gibson Les Paul)…ah, sarebbe stato bello vederlo in quel periodo.

NOTE DEL BOOTLEG:

Al DiMeola
Orpheum Theatre
Boston, MA
12 June 1977

Master audience recording taped by Dan Lampinski

01 The Wizard
02 Midnight Tango
03 Race With The Devil On The Spanish Highway
04 Acoustic Duet: DiMeola And Goldberg
05 Percussion Solo
06 Elegant Gypsy Suite (spliced)
07 Band Introductions
08 Flight Over Rio

opening for Supertramp

Nakamichi 550 Tape Recorder
Two Nakamichi CM-300 Microphones
Maxell cassettes

Mastered and FLAC’ed by Carl Morstadt
Master Cassette ->
Nakamichi CR-3A cassette deck with azimuth correction ->
M-Audio Firewire Audiophile 2496 ->
CDWAV 24-bit/96-KHz wav files ->
Goldwave (normalizing and crossfades) ->
CDWAV (track breaks) ->
dBpowerAMP Audio Converter (24-bit/96-KHz wav files converted to
16-bit/44.1 KHz wav files) ->
FLAC Front End (FLAC 8 with sector boundary alignment)
FLAC files tagged with Foobar2000 Live Show Tagger

No EQ’ing.

A 24-bit/96-KHz flac24 version of this recording is also available.

Dan Lampinski recorded over 100 concerts in the Providence/Boston area, mostly between 1974 and 1978. His earliest recordings were made with an internal microphone deck, and though they are somewhat lo-fi compared to his later work, some very great moments in rock history were captured for posterity. In late 1974 he bought a Sony TC-152SD tape recorder, a Sony ECM-99 stereo microphone, and began using Maxell cassettes. He was also fortunate enough to have a friend who provided excellent taping seats for many shows, resulting in high quality recordings. In 1977, he switched over to a Nakamichi 550 tape recorder, two Nakamichi CM-300 microphones, and continued using Maxell cassettes.

He recorded many of the major 70’s bands: Yes, Genesis, Pink Floyd, Queen, Blue Oyster Cult, Frank Zappa, Jethro Tull, ELP, Kiss, Black Sabbath, The Who, Al Stewart, Alice Cooper, Jeff Beck, Bruce Springsteen, Supertramp, Jean-Luc Ponty, Moody Blues, Neil Young, The Faces, Rush, Rick Wakeman, Kansas, as well as several “under the radar” acts.

Since Dan never traded copies of his recordings, they are all essentially uncirculated. Some copies were made for friends, but these releases are the first time most of these recordings have ever seen the light of day, and are direct from his master cassettes. No EQ’ing has been done to any of the transfers. Feel free to EQ, matrix, patch, etc and re-post if you like, just give Dan credit for the original recording.

Dan was very meticulous about taking good care of his tapes and is very pleased that these recordings will now circulate among the trading community. Please honour his kindness and generosity by sharing these recordings freely.

The transfers are available as 16bit/44.1KHz flac files suitable for CD burning, and also as 24bit/96KHz flac files for those who prefer the higher resolution.

Always remember – the more generous you are with your music, the more it comes back to you.

3 Risposte to “AL DI MEOLA – Orpheum Theatre Boston, MA 12 June 1977 (bootleg – no label – Dan Lampinski tape) – TTTTT”

  1. lucatod 15/03/2013 a 15:34 #

    Bella proposta Tim e soprattutto ottimo audio , migliore di molti soundboard che mi sono ritrovato per le mani . Una qualità che sto cercando invano per i bootlegs dei Pink Floyd dal tour del 1977 , esistono solo audience appena sufficienti (la maggior parte fanno proprio schifo) . Peccato .
    Al contrario mi sto godendo un SBD di Jimmy , tratto dal concerto del 22 ottobre 1988 a N.Y (che senza dubbio tu avrai consumato da tempo) .
    Avevo già qualcosa del periodo ma la qualità era inferiore , questo sembra ben messo anche se lo devo ancora ascoltare come si deve , LUI sembra meglio del solito (per quegli anni sai..) Bonham.jr invece mi pare un metronomo un pochino fastidioso , negli anni è senza dubbio migliorato parecchio .

    Mi piace

    • timtirelli 15/03/2013 a 16:22 #

      Grazie Luca, Dan Lampinski fece davvero un ottimo lavoro (un po’ come Mike Millard nell’area di Los Angeles (Listen To This Eddie e Badge Holder stil rule!). Per i Pink Floyd ho cercatyo anche io un po’ di audience belle ma non sono mai rimasto soddisfatto.

      Page nel tardo settembre/ottobre/novembre 1988 era tornato quello di un tempo. Gli unici 60 gg post luglio 73 in cui era tornato ad essere un chitarrista rock della madonna. Come mi sembra di aver già scritto, qualche mese sembrava che il DVD/BLURAY della data del RITZ di novembre 1988 dovesse uscire ufficialemente…era già tutto più o meno pronto e poi non si è saputo più nulla. Misteri Pageiani. Quel video mi avrebbe interessato MOLTO di più che CELEBRATION DAY. Peccato per la sezione ritmica (DURBAN LAVERDE e JASON BONHAM) all’epoca piuttosto lofi.

      Mi piace

    • Lorenzo Stefani 15/03/2013 a 17:46 #

      Io non sono certo un batterista e quindi non ho particolare autorità per parlare, ma ho sempre avuto la stessa sensazione su Jason Bohnam: in quegli anni sembrava intimidito dall’eredità che aveva sulle spalle e non azzardava mezza rullata, adesso (in Celebration Day e nei 3 album dei Black Country Communion) si lancia parecchio ed ha anche un modo piuttosto personale di suonare, un po’ come lo aveva il compianto Cozy Powell che – sempre detto da un non batterista – era riconoscibile per il modo di usare (doppia) cassa ed charleston. E poi mi sta simpatico perché ha perso quasi tutti i capelli – come me – ed ha avuto un ruolo trainante e probabilmente determinante nella reunion del 2007.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: