ELP “Madison Square Garden 1977 – The Second Night” (2013 Leadclass Ltd. official download FLAC version) – TTTTT

29 Mar

TITLE: ELP “Madison Square Garden 1977 – The Second Night” (NY, MSG 8 luglio 1977) 2cd

LABEL: official download 2013 –  Leadclass Ltd., under license to WhooHoo! Media Group

TYPE: audience

SOUND QUALITY: TTTT

PERFORMANCE: TTTTT

BAND MOOD: TTTT

COLLECTION: TTTT

ELP-MSG-Front-WL010 14,95 dollari, 12 euro per poter scaricare ufficialmente e in versione FLAC questo bootleg degli ELP. Trovo che la cosa sia fantastica: la band che mette in circolazione bootleg ufficiali anche solo in versione download, aggiustando per quanto possibile il suono in studio. La registrazione è audience, e non è una di quelle venute meglio, ma si fa ascoltare senza tanti problemi ed è bellissimo perdersi nell’incantesimo delle date del tour del 1977 suonate con l’orchestra. Sì perché se le registrazioni audience perdono un po’ in fatto di qualità, riescono però a farti percepire l’atmosfera che si respirava al concerto di cui sono la testimonianza. Qui siamo in piena ELPmania. Il pubblico è gasatissimo, tiene il tempo con le mani anche durante ENEMY GOD, pezzo duro e difficile. Boati e ovazioni poi durante molti momenti dello spettacolo. Dal cartellone del MSG che ho inserito qui sotto è facile capire come gli ELP nel 1977 fossero una delle principali attrazioni in circolazione. Fatto salvo per i LZ, fuori portata per tutti, gli ELP se la giocavano alla pari con i grandi nomi: per riempire tre serate consecutive al MSG bisognava essere un top act vero e proprio. Tempo fa Picca scrisse quanto figa fosse la gente negli anni settanta: ascoltava un disco impegnativo come LZIV mandandolo non solo in classifica ma anche nella stratosfera rendendolo uno dei dischi più venduti della storia… aggiungo io che la stessa gente era capace di godere in modo assoluto di un concerto non certo facile come quello degli ELP. Naturalmente, seppur ufficiale, rimane un bootleg… non è roba per tutti.

ELP-MSG-Back-WL010

Qui sotto il link dove scaricare queste cose ufficiali. Spero che in tanti facciano questo acquisto, sarebbe l’unico modo per spronare il gruppo a continuare su questa strada.

http://www.whoohoolive.com/artist-archives/emerson-lake-palmer/

Programma del Madison Square Garden dell'estate del 1977

Programma del Madison Square Garden dell’estate del 1977

DOWNLOAD NOTES:

Emerson Lake & Palmer
Madison Square Garden 1977 The Second Night

Magnificent audience recording. A little audience chatter… but not much for a New York Crowd. Starts off with a heart grabbing 70 piece Orchestra playing ‘Abaddon’s’. ‘Hoedown’, an incredible dash through it…a little faster than other performances in 1977? The greatest show opener on the globe. Then the FAMOUS…”Welcome Back My Friends to the Show That Never Ends”. Lake’s voice is flawless here. Especially ‘Still You Turn Me On’ with an orchestra ensemble. Hear the interruption in ‘Lucky Man’ because of some idiot with firecrackers. ‘Pictures at an Exhibition’ with orchestra played like it was forever intended to be played. How Greg’s voice keeps his range at the finale I’ll never know. But he nails it.

Intermission…and again Orchestration with Emerson’s Piano Concerto is so delightful to hear. ‘Closer to Believing’ is like listening to a magic Disney epic soundtrack beautiful! And the crowd goes insane. As with Pirates!!This was the tour where Lake was silencing crowds with ‘C’est La Vie’. Points in it where you can hear a pin drop on this wonderful audience capture. ‘Fanfare for Common man’ excites the crowd (hand clapping sounds wonderful) unbelievable as it will you the listener. Wait until you hear the beginning of ‘Rondo’. New York City comes unglued! The crescendo of the symphony is incredible! Any ELP collector that doesn’t have this needs it. Re-mastered such as this: Essential. Even serious collectors that aren’t huge ELP fans will want this Trophy.
-Professor X

Keith Emerson – Keyboards
Greg Lake – Bass, Guitars, Vocals
Carl Palmer – Percussion
(ELP with Orchestra)

Archival Material Produced by David Skye
Remastered by Randy Wine
Art Design: Matthew Montero
Project Assistance: Tony Ortiz

emersonlakepalmer.com
keithemerson.com
greglake.com
carlpalmer.com

℗ & © 2013 Leadclass Ltd., under license to WhooHoo! Media Group LLC PO Box 46563, Los Angeles, CA 90046. All Rights Reserved

6 Risposte to “ELP “Madison Square Garden 1977 – The Second Night” (2013 Leadclass Ltd. official download FLAC version) – TTTTT”

  1. picca 29/03/2013 a 11:03 #

    A seguito della visione del programma del Garden dell’estate ’77 ho bagnato gli slip.

    Mi piace

  2. lucatod 29/03/2013 a 11:52 #

    Spesso un buon audience è migliore di certi soundboard , poi a mio parere i concerti della seconda metà dei ’70 di band come EL&P e altri gloriosi DINOSAURI meritano davvero di essere ascoltati “in mezzo alla folla” , perché il casino del pubblico e l’esibizioni roboanti di questi giganti del rock , sono secondo me espresse al loro meglio (talvolta più delle uscite ufficiali) , però come dici tu non è certo roba per tutte le orecchie …

    A proposito di bootlegs … la maggior parte di quelli che posseggo sono CD scaricati da internet , oppure acquistati a Londra o su Ebay , ma volevo chiederti se esiste un sito dove poter acquistare ad esempio quelli Tarantura …

    Mi piace

    • timtirelli 06/04/2013 a 18:40 #

      Luca, scusa se ti rispondo solo ora. Anche io posseggo pochi bootleg oroginali (LP e CD), di solito costavano e costano davvero troppo per le mie tasche. Anche io li scarico in massima parte in rete, in versione lossless naturalmente. Non esiste in rete un sito che venda i bootleg direttamente, perlomeno i bootleg pubblicati da etichette leggendarie come TARANTURA ed EMPRESS VALLEY SUPREME DISCS. Benché i bootleg non danneggino gli artisti e le case discografiche, viene tollerato dalle autorità solo il libero scambio di registrazioni tra appassionati; quando qualcuno cerca di vendere queste registrazioni sotto forma di bootleg allora le sanzioni si fanno severe. Negli ultimi anni c’è stato un inasprimento dei controlli e delle sanzioni. QUelli di valore che escono di questi tempi provengono dal Giappone; a Tokyo ci sono un paio di negozi che li vendono, ma la capitale nipponica non è esattamente dietro l’angolo e poi spesso ne vengono stampate 100/200/300 copie che vanno esaurite anche solo con le prenotazioni.

      Mi piace

      • lucatod 06/04/2013 a 21:08 #

        Sul web ne ho visti parecchi provenienti dal Giappone venduti a prezzi davvero proibitivi . Qualcosa su ebay, ma anche in questo caso troppo alti .. manco fossero d’oro , raramente sono riuscito ad accaparrarmene qualcuno . Ne ho acquistati alcuni a Londra e devo dire che erano decisamente più accessibili , quindi mi ero fatto un’idea decisamente diversa sul valore di questi prodotti che non sapevo fossero in edizione così limitata …

        Ho finito di leggere Feathers In The Wind di Dave Lewis , sul tour dell’ ’80 , nelle ultime pagine c’è una lista di bootlegs (tratti da quei concerti) mica da ridere …

        Mi piace

  3. mauro bortolini 29/03/2013 a 13:11 #

    Nei primi anni settanta, senza vivere a londra o new york,
    si andava a vedere Traffic, ELP, Jethro Tull, Gentle Giant,
    Van der Graaf Generator, Genesis nei palasport e negli stadi
    del nord e del centro italia.
    La musica rock era la grande novita’ per i giovani e c’era
    voglia di ascoltarla senza pregiudizi e con passione.
    E come ho gia’ detto, gruppi come Genesis, Gentle Giant
    e Van Der Graaf Generator ebbero successo prima qui che
    nei loro paesi d’origine.
    Poi sopravvenne un lungo periodo, quello della musica gratis
    per tutti, che allontano’ dal circuito italiano il rock.
    Ed i gruppi rock che continuarono ad avventurarsi per la
    penisola era facile vederseli gratis, superata qualche
    carica di polizia ( periodo fine ’70- primi ’80).
    E’ indubbio che la critica nostrana esalto’ il rock
    progressivo e stronco’ l’hard-rock.
    Ma il tempo ha reso giustizia.

    Mi piace

    • tiziano's ( the best guitar in Zianigo) 30/03/2013 a 11:25 #

      …già, la “musica gratis”.Un LP sostava circa 2000 lire,e se non ricordo male, il primo concerto dei Jethro Tull che avevano come spalla i Gentle Giant (allora quasi sconosciuti)al Bocciodromo Ovest (TV)costava 2500-3500 lire…..e quei bastardi non volevano sborsare nemmeno quelle….

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: