Winter Solstice blues

23 Dic

Che il solstizio d’inverno si avvicini lo capisco dalla cena di lavoro che devo organizzare; quest’anno è per venerdì 13 dicembre e invece che nel solito ristorante ci troviamo a casa della Kerlit, mia socia e amica del cuore. Festeggiamo quindi un altro anno difficile che se ne va, la conseguente speranza nell’anno nuovo, lo stare insieme e, appunto, la nuova casa della Kerla. La premiata ditta TIRELLI SCACCHETTI & FRANZELLI intorno ad un tavolo con dipendenti e collaboratori. Decidiamo di portare un presente, accompagnato da un biglietto 3D assemblato dalla nostra Sarwooda.

Il biglietto 3D per la Kerlit by Sarwooda

Il biglietto 3D per la Kerlit by Sarwooda

Factory Boys & Girls december 2013 - da sx a dx Cassy, Kerlo, Bob, Kerla, Tim, sarwooda, Doris

Factory Boys & Girls december 2013 – da sx a dx Cassy, Kerlo, Bob, Kerla, Tim, Sarwooda, Doris

Tra le altre cose di questo periodo, c’è il triste fatto cheJaypee non sarà al Sinodo del solstizio d’inverno…non mi pare possibile. E’ il sinodo più importante dell’anno e il pontefice del blues non c’è. E’ una sacco di tempo che non lo vedo, soffro, mi si spezza il cuore, lo so che ormai mi ha lasciato per Lorenz (the Little Vineyard guitar god) ma ancora non mi rassegno. Così, quando all’improvviso si rifa vivo e organizziamo un cinegiappo con le due groupie, per un momento torna la felicità e lì nel parcheggio del New Hong Kong a Regium Lepidi ci abbracciamo con gaio fervore…

Jaypee & Tim

Jaypee e Tim si ritrovano – foto di Saura T.

Tim Tirelli & John Paul Cappi - foto di Saura T.

Tim Tirelli & John Paul Cappi – foto di Saura T.

Dopo pranzo facciamo una salto alla Fiera di Reggio dove ci dovrebbe essere anche la sezione Cd e Vinili: ma la delusione è grande…due o tre banchi con qualche vinile, il resto è dedicato ai fumetti, ai gadget e a “Militaria”, sezione riservata ai baggiani che amano far finta di essere dei marines. Ho un battibecco anche con uno di loro che vuol fare il simpatico… che il Dark Lord vi faccia venire il caghetto a tutti, esaltati.

Scambio di email con Alexandrino Littlehouses (il Kata insomma) che mi scrive “il tuo blog mi è di grande compagnia nelle notti “blues!” Mi sento un po’ responsabile: a forza di darci di blues sto risucchiando tutti i miei amici in una abisso senza fine…poveri loro.

Resto anche in continuo contatto con Polbi, email, facebook, cellulino..non passa giorno senza che io e il Michigan boy ci si senta.

Uomo del sud a Detroit -  Paolo Barone, Michigan, dicembre 2013

Uomo del sud a Detroit –
Paolo Barone, Michigan, dicembre 2013

Polbi boy mi f arrivare due pacchetti da Amazon, in uno il messaggio di accompagnamento è: “Se hai bisogno di lasciare il pianeta per un po’, c’è posto per te sull’astronave pirata. Auguri.”  Hawkwind naturalmente. Presto ci salirò sull’astronave con Polbino, ma per il momento la colonna sonora di questi giorni è d’ordinanza… più il solstizio si avvicina, più il campo si restringe: ELP, FREE, LED ZEPPELIN (& Related).

Gli ELP degli anni novanta che rifanno i NICE…

…How can we hang on to a dream
How can it ever be the way it seems…

 

… i FREE del secondo album…

A sad song like the songs of yesterday
A sad song
And I’ll be right on my way

…i LZ dal BOX SET 2 del 1993, quello riservato alle seconde scelte…

…e per la serie AND RELATED …THE HONEYDRIPPERS dal Volume one, il miglior disco di rock and roll classico mai pubblicato…

I get a thrill, thrill, thrill  Thrill at you from my head down to my toes

She make me feel so good all night long Really rock till I’m almost gone

Get a thrill, thrill, thrill  Thrill at you from my head down to my toes

Quasi d’improvviso arriva la sera del sinodo con i confratelli del blues, quest’anno scegliamo un posto degno di noi: LA BOCCIOFILA MODENESE di Verdi Avenue a Mutina. Io, Picca, Paolino Lisoni, Riff, Mario, Lorenzo Stevens, Francesco e Biccio. Il posto è rustico e fa molto Emilia dei tempi andati….grande stanzone con i tavoli, tovaglie a quadretti bianchi e rossi, decorazioni natalizie degne delle scuole elementari anni sessanta, bizzarri quadretti…

I quadretti della Bocciofila Modenese - foto di TT

I quadretti della Bocciofila Modenese – foto di TT

I quadretti della Bocciofila Modenese - foto di TT

I quadretti della Bocciofila Modenese – foto di TT

Il lambrusco che portano ci fa capire che siamo nel posto giusto. Tris di primi (con dei tortelli di zucca al marsale e amaretto straordinari), tris di secondi e assaggi vari di dolci. Stappiamo parecchie bottiglie. mi metto a bere anche io senza troppi scrupoli. L’indomani la dispepsia non mi darà da fare (e sono 10 mesi esatti), e questa è una di quelle cose che mi risolve il natale e la vita in genere.

il lambrusco della Bocciofila Modenese - foto di TT

il lambrusco della Bocciofila Modenese – foto di TT

E’ la notte più lunga dell’anno, sono qui in cattiva compagnia con i miei amici, le fole del rock che ci raccontiamo sono gustose, il lambrusco Tirelli schietto e sincero, che bella sensazione. Ad un certo punto esco 10 minuti, un fiotto di nostalgia… penso a mia madre che tanti anni stava per partorire…guardo la luna…quanto mi manca la mia mother Mary… mi sembra di sentire in lontananza MIDNIGHT MOONLIGHT (LADY) dei FIRM…ma è solo suggestione…

… Midnight moonlight lady
Bird on the wing, she is flying to greet me
Bird on the wing, she is flying to me…

Rientro, Biccio con lo sguardo mi chiede se tutto è a posto. Lo rassicuro. Mario mi conforta in modo discreto. Non c’è bisogno di dire nulla. Chiedo quindi ai confratelli di riempire i calici e col mio eloquio insicuro introduco il passaggio di grado a MAGISTER di uno di noi. Prendo la pergamena, chiusa dal nastro rosso e la consegno a PICCA. La commozione negli occhi di tutti è palese, i meriti del nostro sono evidenti e noti, inutile elencarli. Ci stringiamo l’uno all’altro, chiniamo il capo, sistemiamo mantelli e cappucci e iniziamo il lento salmodiare:

Mystery surrounds me, and I wonder where I’m going
There’s a cloud above me and it seems to hide the way
I’m going straight ahead, ‘cos it’s the only way I know
I wanna leave the past, and live just for today

In alto i calici, brindiamo al Magister Piccaglianis…

Attestato esoterico Blues Picca

Terminati i riti esoterici, ci scambiamo un segno di pace e un augurio per la festa del Sol Invictus. Visto che tra poche ore sarà il mio compleanno Paolino Lisoni mi porge un gentile omaggio: un archetto di violino. No, tanto per far capire che cazzo di amici che ho.

Tim Tirelli with the violin bow in full flight at the Bocciofila Modenese - foto di Liso

Tim Tirelli with the violin bow in full flight at the Bocciofila Modenese – foto di Liso

Francesco mi passa il suo e da lì i confratelli iniziano a scambiarsi tangibili auspici per il nuovo anno. Magister Picca ha impacchettato i suoi col domopack, che arguzia!

Stephanus Piccaglanis - foto di TT

Magister Stephanus Piccaglanis – foto di TT

E’ circa l’una quando il sinodo si chiude. Un ultimo abbraccio e la decisione improvvisa, violenta, febbrile, irrevocabile, di trovarci il nove gennaio a festeggiare il 70esimo compleanno del DARK LORD. Arrivederci confratelli del blues, che il padre ateo dei quattro venti gonfi le vostre vele. Rimango un po’ con fratello Fabritius su Verdi Avenue, mi confessa a suoi blues. Gli metto una mano sulla testa, gli dico di recitare 12 TAKE A PEBBLE e lo benedico nel nome di Emerson, Lake e Palmer.

Sabato 21 lo inizio di prima mattina al supermercato a far la spesa per Brian, poi da lui per il solito lavaggio e badantaggio e giro a Ninentyland. Ho dormito solo 4 ore ma sono in forma. Ieri il sinodo, oggi il compleanno. Mi sento titanico dinnanzi al futuro, come diceva il povero Pop. Quando compio gli anni mi sembra che le sorti del mondo siano in mano mia. In tanti mi mandano sms e messaggi FB. Rifletto su questa cosa. Un mio amico sostiene che questa faccenda degli auguri su Facebook  sia offensiva, perché dice che tutti si ricordano dei compleanni altrui solo perché Facebook, appunto, lo rammenta loro…e allora? Io trovo invece che sia una cosa carina, perchè comunque uno deve prendersi la briga di scrivere qualcosa sulla tua bacheca. E’ per questo che rispondo personalemnte ad ognuno.

Ad ogni modo, gran bel mood in questo compleanno, incorniciato dai pacchetti sempre curatissimi della Simo…

I pacchetti della Simo - foto di TT

I pacchetti della Simo – foto di TT

da regali bellissimi, tra cui il cofanetto (prima edizione!) SKYDOG di DUANE ALLMAN courtesy of the groupie (notevole anche il biglietto cartonato a forma di Tim Tirelli della Kerlit).

TT

Tim Tirelli birthday party 2013

Mentre passo per Ninentyland mi fermo un momento davanti alla vecchia stazione dei treni, il posto dove sono nato un 21 dicembre di un imprecisato numero di anni fa…

vecchia stazione dei treni di Nonantola

La vecchia stazione dei treni di Nonantola

Nonostante l’essere quasi costantemente da Brian non mi dia respiro, riesco ad immergermi nell’atmosfera del periodo, malinconica certo, ma piena di quel sentimento struggente che per qualche momento avvolge l’umanità nel giorno in cui il buio della notte inizia a recedere e il sole a splendere con più continuità.

Il mio presepio laico, i pacchetti sotto l’albero (compresi due scatoloncini pieni di cd che mi sono regalato e che hanno tanto di biglietto “da Tim per Tim”, della serie riflessi ossessivi-compulsivi), il bene che sento e ricevo da chi è entrato per un motivo o per l’altro nell’orbita di Tim Tirelli.

Il presepe laico di Tim Tirelli 2013

Il presepe laico di Tim Tirelli 2013

Ci si mette anche il calcio a far girare tutto per il verso giusto…arrivo alla domus saurea alle 20,40 dopo un’estenuante domenica passata da e con Brian, SKY passa il derby INTER-MILAN. Durante tutta la partita ho il batticuore, oh nulla cosmico onnipotente, quanto amo la mia squadra…Derby acceso e vivo. Naturalmente non ci fischiano un rigore a favore limpido come gli occhi di John Miles, quel gran simpaticone di Muntari non viene espulso dopo aver cercato di spaccare la tibia a Jonathan, ma per fortuna che il più grande attaccante oggi in Italia a pochi minuti dalla fine segna – DI TACCO – il goal della vittoria…

I tuffi di Mario Balotelli, l’astio di Poli, la bestiale irruenza di Muntari non l’hanno avuta vinta. E’ l’amore che vince, è il male che perde.

Trionfo! Grazie, Rodrighino mio.

Inter-Mila 1-0 goal di Palacio

Eccoci dunque qui, con l’animo leggero, (black and) bluesy ed eccitato a contemplare il finire dell’anno e l’inizio di una nuova stagione che, seppur lunga e fredda, farà sì che il sole torni a battere sui nostri visi e le stelle a riempire di nuovo i nostri sogni.

Donne e uomini di blues, che queste feste possano rimarginare le ferite, riportare i sorrisi e far sì che ci si possa sentire meno soli nelle fredde profondità siderali in cui il nostro piccolo pianeta è conficcato. Vi abbraccio tutti, uno per uno, una per una, con fervore blues.

Che il Dark Lord ci benedica tutti…

7 Risposte to “Winter Solstice blues”

  1. francesco 23/12/2013 a 14:12 #

    Grazie Tim, grazie a tutti, grazie a un bellissimo venerdì sera passato tra belle persone. E ancora tanti auguri!
    P.S. Beh, poi il regalo di Rodrigol, vabbè, è Natale e bisogna essere buoni, mi dispiace per gli amici milanisti, sinceramente…

    Mi piace

  2. Fausto "Tom" Tomelleri 24/12/2013 a 17:57 #

    Più che di tacco, un colpo di wah-wah con il sottosuola della scarpa…bye bye devil.
    Best Wishes, Tom

    Mi piace

  3. claude65 24/12/2013 a 18:59 #

    Ricambio di cuore Tim,
    E’ sempre un piacere leggerti, non è solo una questione di argomenti tratttati ma anche
    grazie alla tua prosa semplice e coinvolgente
    Il blog è diventato ormai un appuntamento quotidiano e grazie a a te e a tutti gli illuminati del Blues che ci scrivono la mia cultura musicale è cresciuta moltissimo
    Quindi, che dire? Che il DARK LORD vegli su di voi e vi protegga sempre!
    Buone Feste a tutti

    Mi piace

  4. mikebravo 25/12/2013 a 18:15 #

    Un saluto a tutti quelli di questo IMMENSO BLOG !!!!!!!
    E per il nuovo anno un nuovo album solista di Jimmy Page
    con assoli di chitarra di almeno venti minuti per brano !!!!!!!

    Mi piace

  5. gery 01/01/2014 a 19:18 #

    Buon 2014 Tim :) !

    Mi piace

  6. Fausto Tom tomelleri 01/01/2014 a 23:46 #

    Come dice Howlin’ Wolf (con voce stanca) nella London Session ai suoi compagni, nel rifare “Little Red Rooster”…..”all right…let’s get on it” …
    Buon viaggio, buon Blues 2014.Ciao Tom

    Mi piace

  7. timtirelli 02/01/2014 a 00:14 #

    Mikebravo, Marta, Tom: auguri anche a voi. Grazie.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: