Liutaio blues (Bedini Custom Guitars Hop)

14 Feb

Paolino Lisoni me lo disse subito dopo il concerto della CATTIVA COMPAGNIA allo Stones Cafè il mese scorso: “(come suono) meglio il Custom che la Standard” e da allora non ho fatto che pensarci. Sono un uomo di blues schietto e sincero e quindi più portato per la LES PAUL STANDARD, la LES PAUL CUSTOM è un po’ più da fighetti, per chitarristi più versatili, quelli che hanno pruriti jazz/rock e che tendono a non accontentarsi di battere i sentieri dell’hard rock. Sapevo che Liso aveva ragione, avere rapporti con la STANDARD non mi dava più la stessa soddisfazione, mentre la CUSTOM continuava a farmi fare delle belle scopate. DARLENE (la mia LPS) aveva bisogno di una messa a punto. Decido così di provare un nuovo liutaio, un ragazzo all’apparenza simpatico che mi aveva chiesto la amicizia su facebook tempo addietro, tal FRANCESCO BEDINI.

Dal sito mi pareva di capire che il ragazzo facesse sul serio, e che sapesse il fatto suo. Costruiva addirittura chitarre, si dava da fare e mi pareva affabile.

Francesco Bedini - liutaio

Francesco Bedini – liutaio

http://www.bedinicustomguitars.com/

Prendo appuntamento e gli porto DARLENE. Francesco è di Stonecity, poco lontano dall’ufficio. Il laboratorio è un po’ caotico, ma nel senso positivo, blues…ecco! Gli chiedo di darle una controllata, il manico…il ponte…etc etc…e di cambiare le corde: ERNIE BALL SUPERSLINKY 9/42. Francesco si sorprende un po’: di solito monta le HYBRID SLINKY 9/46 o mute col cantino 10 o 11. Sorrido…il Rock si suona con le SUPERSLINKY. Punto!

Ernie ball super slinky

Dopo pochi giorni mi manda un messaggio: “Les Paul pronta”.

Torno da lui, parliamo un po’, approfondiamo la conoscenza. Tira fuori DARLENE e mi dice “Provala e dimmi se l’action è ok?”. L’action sarebbe l’altezza delle corde. Francesco ha inoltre sistemato il manico, e il pick up al ponte. Imbraccio la chitarra, Francesco infila il jack nel Marshall, faccio qualche svisata rock blues e fin da subito mi sembra diversa, regolata, in forma, ready for love. Francesco mi chiede di suonargli un riffone dei LED ZEPPELIN…parto con HEARTBREAKER…mi chiede di fare l’assolo, poi RAMBLE ON e infine chiudo con il riff veloce di BRING IT ON HOME. Francesco è soddisfatto. Pure io: che piacere suonare con la chitarra finalmente a posto, e che superfiga che sembra oggi DARLENE…guardate come è bella in braccio a FRANCESCO:

Francesco Bedini & Darlene (foto di TT)

Francesco Bedini & Darlene (foto di TT)

Torno in ufficio contento. Ho trovato il mio liutaio, blues.

PS: sì, il video dei LZ alla Royall Albert Hall il 9/1/1970 non c’entra nulla, ma…chiudere con i LZ è sempre cosa buona e giusta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: