La Questione Icardi

14 Feb

Una frase del nostro inno (C’è Solo L’Inter) dice: “ … perché per noi niente mai è normale …” , credo che riassuma molto bene il concetto stesso dell’essere interisti. Molti lo scambiano per masochismo, altri lo deridono, ma noi crediamo che sia una condizione innata, una caratteristica dell’uomo (di blues) interista, la sfumatura più lampante dell’anima di questa squadra che tanto ci fa sospirare.

Con l’Inter di sicuro non ci si annoia mai, non si sa mai cosa potrà accadere. Quando le cose sembrano mettersi a posto, quando sembra che si possa in qualche modo fare vela verso orizzonti  simili a quelli del (più o meno) recente trionfale passato, ecco che il continente Inter si sgrana in isole lacerate dal vento.

E’ allora che ci si sente sprofondare irrimediabilmente nella oscurità gelata del fondo del mare, senza che ci sia qualcuno vicino a tenderci una mano e a riportarci in superficie.

Quante volte ci siamo sentiti così? Tante, ed è quello che è accaduto anche ieri.

Dopo l’allenamento della squadra ad Appiano, il Mister e la dirigenza hanno parlato con Icardi e gli hanno comunicato che non sarà più il capitano dell’Inter. Il giocatore ha allora chiesto di non partire con la squadra per Vienna, in occasione della gara di stasera di Europa League.

Le motivazioni per cui Mauro non è più capitano sono molteplici, in primis il clamore dato dalle continue esternazioni social dalla moglie/procuratore, esternazioni che puntualmente innervosiscono la squadra e stizziscono l’ambiente e la dirigenza. Crediamo inoltre che Icardi come capitano non sia un granché. Il ragazzo probabilmente non ha il carattere da leader, da luce guida o perlomeno da esempio tout court.

Sia chiaro, a noi Maurito piace, gli vogliamo bene, ma essere capitano dell’Inter evidentemente non è alla sua portata. Forse è stato un azzardo concedergli la fascia tre anni fa, ma lui ci teneva così  tanto che si è deciso di correre il rischio.

Stamattina leggiamo le considerazioni più disparate dei tifosi: chi sta con Icardi, chi con la dirigenza, chi addossa tutta la colpa a Marotta, ancora inviso alla tifoseria per i suoi trascorsi.

Noi crediamo che Marotta (insieme agli altri dirigenti) abbia semplicemente messo in atto la linea guida concordata con Zhang Jindong, patron della squadra e uomo intransigente quando si parla di serietà, di comportamento e di risultati.

Marotta secondo noi è meno gobbo di quel che si pensi, non è di certo a livello di Lippi e Capello ad esempio, due nomi che dopo averli scritti siamo stati costretti a disinfettare la tastiera su cui battiamo queste misere righe.

Indubbiamente si è preferito forzare la mano per mettere in moto sin d’ora – senza perdere nemmeno un minuto di più – un cambiamento che magari porterà scossoni ma lo farà in una stagione comunque già compromessa, affinché si possa ripartire la prossima finalmente senza più  fraintendimenti e disordine.

Per quanto molto dispiaciuti della cosa, prendiamo atto che all’interno dell’Inter (scusate il pasticcio) si sia alla ricerca di una linea chiara e precisa, perché è vero quello che abbiamo scritto all’inizio, è vero che siamo la “pazza” Inter, ma è altrettanto vera e urgente la necessità di convogliare questo nostro sentimento dentro un letto con argini alti che ci conduca finalmente al mare.

Perderemo Icardi? Immaginiamo di sì, in estate è difficile che rimanga dopo uno smacco dl genere. La speranza è di ricavare comunque una cifra alta che ci permetta di sostituirlo eventualmente con un altro grande nome.  Ne sentiremo la mancanza? Ovviamente sì, è il miglior centrattacco attualmente in circolazione, ma la squadra viene prima di tutto, questo deve essere chiaro.

Se anche oggi il cielo è plumbeo, siamo certi che il sol dell’avvenire sia lì dietro l’angolo del prossimo futuro.

 

Una Risposta to “La Questione Icardi”

  1. Tom 14/02/2019 a 13:18 #

    Mi sbaglierò – spero stavolta – ma la squadra per cui tifo da 60 anni è spesso maestra nel tenersi le persone sbagliate (Cuper-Branca-Ausilio-Spalletti.. etc.etc.) e nel perdere quelle giuste compreso i campioni (Oriali, Sabatini, Ronaldo 1°, Pirlo, Seedorf, Vieri, Cancelo, Zaniolo) indipendentemente da tutte le Wanda Nara dell’universo mondo…e comunque prima di perdere Maurito ci penserei un milione di volte…anche perchè rischia di finire dai “gobbi”…sai che gioia!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: