Tag Archives: Premiata Forneria Marconi – I Dreamed of Electric Sheep (2021 InsideOut Music)

Premiata Forneria Marconi – I Dreamed of Electric Sheep (2021 InsideOut Music) – TTT+

3 Nov

And then there were two … e rimasero in due, Franz Di Cioccio e Patrick Djivas, accompagnati già da un po’ da nuovi musicisti, che tra l’altro ho visto dal vivo di recente – negli anni pre covid – a Modena nella bella piazza Roma. Cosa mia aspetto da un disco del genere non so, la Premiata come sapete è una delle mie prog band preferite in assoluto ma, visto l’uomo che sono, dopo il 1981 (anno in cui la vidi dal vivo per la prima volta) smisi di seguirla, almeno per quanto riguarda i dischi da studio.

Premiata Forneria Marconi - I Dreamed of Electric Sheep (2021 InsideOut Music)

Ora eccoli di nuovi qui, Di Cioccio pare uno mai domo, se ci crede fa bene, con lui il fido Djivas. Copertina senza infamia senza lode.

Prendo in esame la versione italiana. Vediamo un po’.

Premiata Forneria Marconi - I Dreamed of Electric Sheep (2021)

Dal look della band (il noiosissimo nero comune ormai a tante, troppe band che girano intorno al mondo del nuovo progressive metal) sì può già intuire qualcosa e infatti Mondi Paralleli rispetta i (pre)giudizi. Aria da Dream Therater, i musicisti sanno suonare ma questa non sembra essere la PFM. Certo, lo so, un gruppo non può restare cristallizzato in un dato periodo, un gruppo deve crescere ed evolversi, ma non è il gruppo che mi appartiene. Tuttavia il cantato mi piace e anche lo sviluppo che lo accompagna.

Umani Alieni è guidata dal piano e il mood musicale a mio avviso migliora, brano raffinato con un cantato molto umano. Quello che non mi piace è la parte strumentale dal piglio prog metal che dopo un po’ viene a galla. In certe parti ricorda Parco Sempione di Elio E Le Storie Tese. Ombre Amiche è uno di quei brani sospesi alla Zucchero, arrangiamento rarefatto, la voce di Franz risulta più gradevole del previsto.

La Grande Corsa è un bel Rock moderno dal respiro melodico, inaspettato è piacevole. Ecco, gli interventi del doppio pedale di batteria mi annoiano, ma il pezzo funziona, ogni tanto un moog fa capolino. Pezzo curioso, un po’ Van Halen un po’ prog.

Premiata Forneria Marconi 2021- foto Orazio Truglio

AtmoSpace mi risulta meno appetibile, almeno all’inizio, ma poi con l’avvento del pianino e del moog tutto si fa più famigliare e più bello. Pecore Elettriche, basso un po’ funk, chitarra alla Steve Vai (con o senza wah wah), con Mr. Non Lo So la PFM saltella e fa la spiritosa, Il Respiro Del Tempo rimanda ancora a certe cose di Zucchero, Ian Anderson e Steve Hackett sono della partita ma sono apparizioni fugaci e leggere

Transumanza un minuto che funge da introduzione a Transumanza Jam, la batteria che conosciamo, il violino, il moog di Premoli, sapori antichi del bel tempo che fu.

L’album dunque mi piace più di quanto mi aspettassi, non amo molto certe derive prog metal (lo avrete capito) e le sfumature da rock moderno ma è una cosa mia, il resto mi pare ben più che dignitoso. Bravo Franz, bravo Patrick, bravo Lucio, bravi tutti.

CD 1 Tracklist (English version):
01. Worlds Beyond
02. Adrenaline Oasis
03. Let Go
04. City Life
05. If I Had Wings
06. Electric Sheep
07. Daily Heroes
08. Kindred Souls
09. Transhumance
10. Transhumance Jam

Total time: 40:48

CD 2 Tracklist (Italian version):
01. Mondi paralleli
02. Umani alieni
03. Ombre amiche
04. La grande corsa
05. AtmoSpace
06. Pecore elettriche
07. Mr. Non Lo So
08. Il respiro del tempo
09. Transumanza
10. Transumanza Jam

  • Franz Di Cioccio – voce principale, batteria, arrangiamento
  • Patrick Djivas – basso, tastiera, arrangiamento
  • Marco Sfogli – chitarra elettrica ed acustica, arrangiamento (tracce 1-4), coro (traccia 8)
  • Lucio Fabbri – violino, viola, coro (traccia 8)
  • Alessandro Scaglione – tastiera, pianoforte, coro (traccia 8)
  • Alberto Bravin – tastiera, chitarra acustica, cori, coro (traccia 8)

Altri musicisti

  • Simone Bertolotti – programmazione
  • Luca Zabbini – arrangiamento (tracce 1, 3, 5 e 8), organo Hammond, pianoforte e minimoog (tracce 1, 3, 5, 8 e 10)
  • Ian Anderson – flauto (traccia 8)
  • Steve Hackett – chitarra elettrica (traccia 8)
  • Flavio Premoli – minimoog (traccia 10)

Produzione

  • Iaia De Capitani – produzione
  • Franz Di Cioccio – produzione artistica ed esecutiva
  • Patrick Djivas – produzione artistica ed esecutiva, missaggio
  • Simone Bertolotti – produzione aggiuntiva, registrazione, missaggio
  • Andrea “Bernie” De Bernardi – mastering