The Uncut Ultimate Music Guide LED ZEPPELIN Special Collectors’ edition (summer 2012) -TTT

6 Lug

Questi “special” li aspetto sempre con frenesia, passo più volte nelle edicole selezionate che trattano questi articoli (REGGIO CENTRO, MARANELLO, MODENA CENTRO) e quando li vedo nella sezione riviste musicali straniere mi viene il batticuore. Credo sia un riflesso incondizionato derivato dall’emozione che provavo quando, da ragazzino, trovavo un nuovo numero dei giornali musicali che leggevo con in copertina qualcuno dei miei gruppi musicali preferiti. Quella era la mia droga: un nuovo LP da comprare, una rivista con su i LZ, gli ELP; J.Winter etc etc… che sballo.

Adesso questi special mi danno un brivido di pochi secondi, ma d’altronde …è passato tanto tempo da quando facevo il rock and roll… Li leggo sempre volentieri, Uncut, Mojo e Classic Rock sono sinonimo di garanzia, ma l’entusiasmo è un po’ sbiadito. I primi special, quelli di alcuni anni, o lustri fa, erano davvero interessanti e spesso pieni di notiziole nuove anche per me, ma questi ormai rimescolano sempre gli stessi ingredienti, seppur con savoir faire e dispendio di mezzi.

Questo di UNCUT contiene riletture degli album dei LZ e ripubblica interviste di difficile reperibilità degli anni sessanta e settanta. Niente male intendiamoci, ma un fan in senso stretto non è che può entusiasmarsi più di tanto.

Ci sono poi un po’ di peccatucci, alcuni veniaali e uno, almeno per me, mortale.

  • a pagina 6 JOHN ROBINSON disquisisce sul primissimo tour scandinavo, quello dei “New Yardbirds” (sebbene non ci sia evidenza che il gruppo abbia mai suonato con quel nome). Mettendo a confronto queste prime date del settembre del 1968 e quelle immediatamente successive di Londra in ottobre, si scalda facendo notare quanto il gruppo maturi , quanto fossero già versatili i LZ. Cita la registrazione del concerto dove Plant, Jones e Bonham suonarono YOU GOTTA MOVE senza Page (che stava cambiando una corda). Peccato che la registrazione con YOU GOTTA MOVE a tre sia relativa alla data del 14 marzo 1969 a STOCCOLMA e che non esistano(ad oggi) registrazioni live dei LZ di quei tour. La più vecchia è relativa a SPOKANE del 30 dicembre 1968. Prima di quella data non ci sono tracce live dei LZ. Questa era una figuraccia evitabile: non è molto complicato per un giornalista inglese verificare alcune cosette con ad esempio DAVE LEWIS, notissimo fan inglese autore di diversi libri e della fanzine TIGHT BUT LOOSE. Dopo tutto questo non è un articolino qualunque, ma un vero special sugli LZ, queste sbavature andavano evitate.
  • Le Bombay session avvennero nel marzo del 1972, quindi dopo e non prima il tour di Australia e Nuova Zelanda.
  • A pagina 54 la foto ritrae RP e ROY HARPER, non Richard Cole.
  • Pag 86: Le riprese contenute nel film TSRTS riguardanti Page in riva ad un laghetto sono state girate a PLUMPTON PLACE e non alla BOLESKINE HOUSE.
  • Pag 112: la I CAN’T QUIT YOU BABY di CODA non è registrata al soundcheck ma proviene dal concerto vero e proprio del 9 gennaio 1970 (sebbene anche su coda appaia quella curiosa indicazione).
  • Pag 82: la foto ritrae Page on stage nel tour del 1977 e non in quello del 1975.
  • Pag 77: l’intro di NODODY’S FALUT BUT MINE non è suonata con la slide.
Capisco che possano essere considerate sciocchezze, ma essendo uno “zeppelinologo” non posso non notarle.

14 Risposte to “The Uncut Ultimate Music Guide LED ZEPPELIN Special Collectors’ edition (summer 2012) -TTT”

  1. picca 06/07/2012 a 17:17 #

    si….voto 5 -. E anche le foto sono un po’ banali.

    Mi piace

  2. Luca82 06/07/2012 a 22:44 #

    Secondo me questi speciali non sono curati da veri esperti della band , nonostante le belle copertine e come hai detto tu il rimescolamento di storielle lette e rilette , per un fan veramente appassionato c’è poco d’interessante .
    Stessa cosa per i libri .
    Un paio di anni fa ho acquistato WHOLE LOTTA ZEPPELIN di tale Jon Bream (e altri numerosi autori) a parte le foto stranote ma comunque belle il libro è una cagata pazzesca !!! Da una parte lo immaginavo ma è pieno di orrori (neanche errori) date sbagliate recensioni degli album per niente oggettive , TSRTS trattato come l’ultimo dei live da acquistare , interviste raccolte da Hammer e dal libro di Cole ….
    Aicci esti a ci scavvuau su dinai ….

    Mi piace

  3. saurafumi 07/07/2012 a 10:56 #

    Questi speciali dovrebbe farli uno zeppelinologo, appunto… cioè tu. :-)

    Mi piace

  4. Beppe R 08/07/2012 a 11:20 #

    Se gli inglesi sapessero che quando fanno uno Special sugli Zepp vengono liquidati cosi da Timmy Tee-rally e dai suoi sapienti amici, non oserebbero pubblicarne più…L’avevo capito da tempo (almeno questo, nonostante l’età)…Noto che nemmeno il sommo Trumpets osa esporsi a riguardo.

    Mi piace

    • picca 08/07/2012 a 11:56 #

      Se invece di 11’95 costasse 5 euro saremmo tutti meno puntigliosi. Se invece di the Ultimate ci fosse scritto the Funny & Interesting & Entertaining Music Guide saremmo tutti meno sclerotici.

      Mi piace

    • timtirelli 09/07/2012 a 09:49 #

      Beppe, lo so che ti sorprendono sempre un po’ queste mie considerazioni su questi items editoriali sui LZ, ma come ben sai sono un fan in senso stretto (nonché cagacazzo e snob) piuttosto ferrato sull’argomento, che ci posso fare? Nel 2012 non mi basta uno special sul mio gruppo preferito se non contiene qualcosa appunto di “speciale”. Non pretendo mica la luna, e cioè nuove interviste a Page o a Plant, ma vogliamo almeno scambiare quattro chiacchiere con,che so, PHIL CARSON (responsabile Atlantic dell’Inghilterra ai tempi degli Zep)? CHRIS SLADE (batterista dei Firm? TONY FRANKLIN (bassista dei Firm)? ROBBIE BLUNT (chitarrista della migliore Robert Plant Band)? La fotografa SCARLET PAGE (figlia di)? Il fotografo ROSS HALFIN (amico intimo di Leopold)? JOHN PAUL JONES?
      Vogliamo fare uno sforzo e cercare di pubblicare qualche nuova considerazione di chi ha lavorato con loro?

      Vogliamo cercare qualche foto non dico inedita, ma almeno un po’ rara? Capisco che acquistare i diritti per poter pubblicare foto sia un costo (lo so, lo faccio per lavoro) ma si tratta di una MUSIC GUIDE pubblicata in inglese (e quindi vendibile in tutto il mondo) sui LZ (uno dei 3/4 nomi che vendono sempre e comunque). Vogliamo verificare l’esattezza di certe cose? Non lo sapevano che le date riportate sui bootleg non sempre sono corrette? E se non lo sapevano, hanno il diritto di fare i giornalisti rock? Vogliamo controllare due cose con Dave Lewis o con un Tim Tirelli qualunque prima di pubblicare?

      Non sono nemmeno del tutto d’accordo con Saura circa il fatto che uno special sui LZ dovrebbe farlo uno zeppelinologo (come me)…la apologia tout court di una band, il punto di vista spesso obnubilato di un fan son cose che occorre evitare, per non parlare del “non saper” scrivere di tanta, troppa gente che lo fa. Ma ripeto, verificare, controllare, studiare!

      Mi viene in mente la discussione seguita alla recensione di CLASSIX con Page in copertina e il commento di Fuzz Fuzz. Io su CLASSIX ci ho scritto, grazie a Fuzz e a Gianni Della Cioppa, persone a cui voglio bene, come voglio bene a CLASSIX, però lo ribadisco…non mi è sufficiente che in questi anni di crisi nera editoriale e di crisi per il nostro rock qualcuno abbia il coraggio (specie in italia) di pubblicare qualcosa sui LZ & Related, se questa cosa ogni tanto non si avventura in sentieri poco battuti.

      Lo stesso vale per i molti libri usciti recentemente sui LZ! Nessuno che valga la pena acquistare, forse solo quello sul tour americano del 1975 di S.Davis (libro peraltro criticatissimo dai fan dei LZ).
      Davis c’era, e ha scritto quello che gli ricordavano i suoi appunti scritti su un blog notes. Opinioni sue, sensazioni sue, valutazioni sue, magari sballate, ma intanto lui c’era e ha parlato della sua esperienza.
      Ci sono o poi i libri di Dave Lewis, quello della fanzine Tight But Loose. Bisogna prenderli con le molle, è un fan in senso strettissimo, ma contengono spessio materiale inedito (come ad esemepio le foto del tour OVER EUROPE 80, o interviste con qualche crew member).

      Ma alla in fine io leggerei più volentieri un libro sui LZ scritto da Riva, Trombetti o Piccagliani (che è un fan ma non in senso stretto come me), perché i tre giganti nominati farebbero di tutto per annoiare e non scrivere cazzate. Poi la cazzata scappa, ci sta, ma che almeno ci si prenda la briga di approfondire a dovere.

      Scusa lo sfogo Beppe, scusate se ho ribadito per l’ennesima volta lo stesso concetto, ma evidentemente la cosa mi sta a cuore.

      Mi piace

      • saurafumi 09/07/2012 a 10:27 #

        Mi hai frainteso… non ho voluto dire che lo special lo dovrebbe fare uno zeppelinologo come te… intendo dire che lo dovresti fare proprio tu! :)

        Mi piace

      • picca 09/07/2012 a 10:51 #

        io non so scrivere.

        Mi piace

      • timtirelli 09/07/2012 a 11:44 #

        Stefanino non dire cazzate.

        Mi piace

  5. mb 09/07/2012 a 07:47 #

    Mojo, Uncut, Classic Rock, Q, sono anni che celebrano i led zeppelin.
    Forse accusano un po’ di stanchezza.
    Anche i numerosi libri che escono diventano ripetitivi sull’argomento.
    Per quanto mi riguarda ho trovato molto belli i libri di Clayson, uno
    sull’ origine della specie ( zep) e l’altro sugli yardbirds.
    Esiste anche un dvd con lo stesso titolo del primo libro..

    Mi piace

  6. picca 09/07/2012 a 12:13 #

    Potrei narrare la biografia degli Zep a gesti, però.

    Mi piace

  7. picca 09/07/2012 a 12:57 #

    Dovresti vedere quando mimo il mud shark episode

    Mi piace

  8. mb 09/07/2012 a 18:51 #

    E’ bello pensare che il miglior libro sui led debba ancora uscire.
    Se fossi uno scrittore partorirei un tomo di 400 pagine sui
    gruppi cloni dei led zeppelin.
    In questo periodo ascolto i primi due album dei kingdome come.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: