Archivio | Uncategorized RSS feed for this section

INTERVALLO: Leopold e la Danelectro

14 Giu

Immagine

TT BLOG – Terremoto In Emilia update

29 Mag

Siamo di nuovo qui a commentare un terremoto, a distanza di pochi giorni dall’altro. Ringrazio quanti hanno telefonato e scritto per avere notizie.

Tutto più o mene bene nei territori che il blog è solito battere, quindi Reggio, Modena, Nonantola Sassuolo. Non ho sentito la scossa delle 9 perché ero in macchina, ma alle 13 meno 5 ero a Modena al primo piano e quei 30 secondi sono stati spaventosi. Ero con altre persone e facevo quello che manteneva il controllo, ma la lunghezza della forte scossa mi ha fatto temere il peggio…e non è una frase fatta. Pochi minuti dopo sull’asfalto di un parcheggio siamo ritornati a ballare e vedere le automobili parcheggiate dondolare non è stato piacevole.

Cavezzo (Modena) 29 maggio 2012

Poco dopo ho viaggiato tra Modena e Nonantola. Nessun danno evidente (anche se Repubblica parlava di un morto proprio nel mio paese natale), ma la situazione di gran disagio era evidente: fabbriche chiuse, molti camper nei parcheggi e a bordo strada, moltissima gente nei parchi e per le strade, a Nonantola gente che improvvisava il pranzo su tavolini volanti in strada.

Mirandola (Modena) 29 maggio 2012

Brian tutto sommato regge. Un po’ spaventato ma anche eccitato da tutto quel trambusto.

Il resto lo sapete, morti e crolli, SKY TG 24 sta coprendo la cosa con collegamenti non stop.

I nostri pensieri vanno alle genti di Cavezzo, San Felice, Mirandola e zone vicine… paesi che hanno avuto la sfortuna di esseri venti km più a nord. Per circa 500 anni la pianura padana è stata terra esente da forti eventi sismici…dal 20 maggio non è più così, dovremo farcene una ragione.

Cavezzo (Modena) 29 maggio 2012

L’Emilia è ferita nel profondo, se potete date una mano. In qualsiasi modo.

UPDATES:

ore 20:30 – altra scossa.

ore 20:59 – altra scossa.

IL BLOG sbarca in CINA

28 Mag

Il mio amico DENNIS (vero nome Mauro) è da un po’ che ha iniziato a lavorare in Cina per una ditta di Modena. E’ uno di quei tecnici specializzati che supervisiona squadre di cinesi alle prese con macchinari fantascientifici. Io suoi colleghi lo stanno a sentire insomma.

Mi scrive un sms:  “da oggi qui in Cina il tuo blog è il più seguito, sto facendo proselitismo. Che fatica però spiegare cos’è Lasàurit o il blues che abbiamo dentro. Non so quando torno ma vi penso sempre. Siamo perfetti, siamo leoni, viva Zanetti e Stramaccioni”.

Che ridere pensare a Dennis che cerca di spiegare ad ignari cinesi il blues e i pensieri sghembi che trattiamo sul blog. La cosa bella poi è che sono tutti interisti.

Cari amici della Repubblica Popolare Cinese, con viva e vibrante soddisfazione tramite Mauro apriamo da oggi un filo diretto con voi. Se anche voi avete il blues, questo è il posto adatto. Vi abbracciamo fraternamente. Viva l’Italia, Viva la Cina, Viva la libertà, viva l’Inter. Nín hǎo 您好.

TT BLOG: 606

23 Mag

Sapete che ogni tanto mi piace aggiornarvi sulla situazione del blog così oggi vi informo che due giorni fa, il 21 maggio, il blog ha toccato un nuovo record di presenze quotidiane: 606 (record precedente 548 del 28 Marzo). Così suddivise:

Italy FlagItaly 498
United States FlagUnited States 57
France FlagFrance 10
Brazil FlagBrazil 7
United Kingdom FlagUnited Kingdom 5
Peru FlagPeru 4
Japan FlagJapan 4
Switzerland FlagSwitzerland 4
Greece FlagGreece 4
Poland FlagPoland 2
Mexico FlagMexico 1

Io mi trastullo con queste statistiche, certo c’è un po’ di orgoglio, ma è soprattutto divertimento e sorpresa. Sì, perché come ho già scritto varie volte, per un blog di questo tipo è un risultato davvero niente male. Noi non parliamo di un argomento unico, non siamo famosi, e non facciamo nulla per agganciare quanta più gente possibile. Sì perché è facile fare grandi “ascolti” se pubblichi un titolo del tipo, che so “Governo Monti: ora basta con le tasse. Stiamo venendo a prendervi” oppure “Terremoto in Emilia: tutti i perché e i per come”, ancora “Vivere fino a 100 anni? Si può, ecco come”  “Esclusivo Jimmy Page è morto. Scoperto il sostituto: Leopold l’australiano”. Quel tipo di blog sta prendendo il posto di quelle email spazzatura che arrivavano tempo fa…vi ricordate quei file in power point con i gattini, con i cagnolini dalle espressioni tenere? Oppure quelli simil new age recitanti filosofie orientali per sciampiste raffiguranti giardini giapponesi, raggi del sole tra la neve, campi di fiori che terminavano con “Ora inoltra questo messaggio a 10 tuoi conoscenti e la tua vita sarà meravigliosa. Se non lo fai morirai.”

Noi no, noi ci occupiamo dei massimi sistemi.

Led Zeppelin, dibattiti pepati su sghembe teorie musicali, il culto di Josè Mourinho, il Culto dell’Östrica Blue, Riva & Trombetti, Picca e Polbi, i commenti di lettori fedelissimi, Jeremiah Johnson, l’illuminismo, le deluxe edition, le special edition, le paper sleeve edition, i digipack, i box set, gli ordini su Amazon, le fighe, ELP o muerte, le sgommate della groupie, Leopold, la saga di Brian, il cambio automatico, il Nonantola State Of Mind, i Firm, John Miles, i White Trash di Edgar Winter, il demone delle notte senza sonno, Lucifer Rising, il sol dell’avvenire, quel gran pezzo dell’Emilia, la congregazione e i confratelli, il Southern Comfort…e i blues. Blues in tutte le salse: blues impannati, blues alla fiamma, blues in brodo, blues in lattina, in bottiglia, in damigiana, blues alla parmigiana, all’ amatriciana, alla reggiana dagli occhi di ghiaccio, blues del natale, dell’estate, dell’avtunno, blues della dispepsia, blues surgelati, blues riscaldati, avanzi di blues, mestruazioni di blues, due fette di blues, caffè corretto col blues, una faccia da blues, una testa di blues, un figlio di blues, fuori frigo di blues, qualche battuta di blues, Honky Tonk Train Blues, vaffanculo te e il blues, sono un uomo di blues, fat ‘mo der in dal blues, ziocàn ‘mo che blues.

Grazie a tutti. Eye Thank Yew. Altri 60 lettori e siamo a posto.

Ci vediamo all’incrocio.

Tim

TERREMOTO REPORT

20 Mag

Due veloci righe per aggiornare e tranquillizzare un po’ tutti. Qui nel posto in riva al mondo, a Nonantola e a Modena da Brian tutto abbastanza bene. Pochissime decine di km più a nord i danni come avrete saputo sono molto gravi. Oggi non mi sono mosso e da qui, in piena campagna, non idea della situazione reale del triangolo di terra che batto quotidianamente. La scossa è stata fortissima, lunga e pesante, da questi parti in pianura non abbiamo mai avuto nulla di simile che io ricordi. Lalalli ,mia sorella, al settimo piano è quella che ha forse avvertito di più la cosa, con ante degli armadi e sportelli della cucina aperti, oggetti caduti per terra. Lasìmo a Nonantola ha passato tutta la notte in strada. Brian, se non altro, sembra aver preso tutto con filosofia e con coraggio. Spero che stiate tutti bene. Grazie a Giancarlo, Beppe, Polbi, Marco, Jaypee e gli altri che, preoccupati, hanno chiesto notizie.

 

ADDIO A LEVON HELM 1940-2012

20 Apr

Nella notte passata se ne è andato LEVON HELM, batterista,  fondatore e figura imprescindibile della BAND. Aveva 71, agli ultimi dei quali passati a combattere il cancro.

A lui, oggi rivolgiamo i nostri pensieri. Ciao, grande Levon.

ENZO JANNACCI “Remastering 1975-1979” (Ala Bianca – Warner Music Italia 2011) TTTT

13 Mar

Ho cercato questi album per anni e poi quasi d’improvviso ecco che la ALA BIANCA (etichetta di Modena)  li  ristampa in versione rimasterizzata in questo mini cofanetto da 24,90 euro.

Cabarettista, autore, cantante, medico…personaggio stralunato e obliquo. Le sue canzoni spesso mescolano arie nazional-popolari, con tematiche disperate e sprazzi di musica americana. Canzoni dell’assurdo sempre al contatto con la dura realtà. Impagabili certi suoi interventi recitativi tra un pezzo e l’altro.

QUELLI CHE (TTTT1/2) è l’album che più mi piace. Il pezzo che da il titolo all’album e IL BONZO sono due classici che fan parte di me e delle cose più curiose della musica italiana:

In SECONDO TE CHE GUSTO C’E’ (TTT) risaltano soprattutto la canzone omonima e SAXOPHONE.

FOTO RICORDO (TTTT) contiene una delle mie canzoni preferite di sempre: MARIO (di Donaggio / Franchi)…

Io questi 24,71 euro li ho spesi volentieri.

UN ANNO DI BLOG

18 Feb

Bene, eccoci arrivati al 18 febbraio, un anno esatto di blog. Esperienza  positiva, riuscita e a tratti indimenticabile.

Abbiamo parlato di buona musica, dipanato i blues delle nostre anime, abbiamo discusso, ci siamo battibeccati, abbiamo rinsaldato vecchi legami, ne abbiamo trovati dei nuovi e, spero, ci siamo divertiti.

578 post, 1374 commenti, 74700 visite,  in questo ultimo mese una media di quasi 400 contatti quotidiani, con il record dell’altro giorno…478. Niente male davvero per un blog di questo tipo.

Chi è venuto  trovarci  solo una volta, chi ci ha seguito con costanza, chi ha commentato, chi ha scritto contribuendo a mantenere il blog – mi auguro – ad un certo livello.

Un grazie a tutti dunque e un grazie speciale a Polbi, Picca, Beppe Riva, Giancarlo Trombetti. Un grazie ancora più speciale a Baron Rojo, se il blog è ancora qui lo si deve anche a lui.

Il tutto come detto è bellissimo, siete compagni di viaggio meravigliosi, in questa avventurosa traversata tra le onde del blues.

Tim

MONDO MUSICA HOP (un salto al negozio di dischi di Veggia di Casalgrande) di Picca

13 Nov

Oggi puntatina a  Veggia di Casalgrande (RE) al negozio Mondo Musica di Mario Torelli (suo fratello è il Torelli dei Toro-Toro Taxi, band che forse conoscete). Da Reggio prendete la statale di Scandiano andate verso Sassuolo e a Veggia il negozio è in centro sulla sinistra; da Modena Tange fino a Sassuolo, poi a sinistra su per Scandiano, al bivio a sinistra, vi trovate sempre a sinistra le cascate del Panaro, poco dopo rotatoria, si va a destra e il negozio lo trovate a dxt.

Gli faccio pubblicità volentieri perchè Mario mi sta simpatico e ha una caratteristica: i dischi sono tutti in ottime condizioni (ha anche cd ma soprattutto vinile); le copertine magari no, ma il vinile è ottimo. Inoltre fa prezzi quasi fissi, tipo 20 euro per un lp a meno che non sia japan o robe strane, quindi non tira fuori un Who Magic Bus americano del ’67 e comincia a sborracchiare chiedendo mutui. Magari vi fa 30, ma senza rompere le palle. In negozio c’è un discreto merdaio, dischi ovunque, quindi ci sarà da sdraiarsi per scartabellare lps a livello del mare. Terminata l’esperienza avrete le mani nere di polvere, ma Marione vi offre un rubinetto per sciacquare in uno sgabuzzo anch’esso stipato di dischi. Non cercavo nulla di particolare ma alla fine ho speso dei soldi:

comprati Tom Petty & The Heartbreakers Pack Up The Plantation 2lp live (nuovo Made in Germany), un meraviglioso Lou Reed RnR Animal Printed in USA apribile (mai visto prima abituato com’ero al triste Best Buy RCA italico), un best degli Hollies printed in USA sigillato, So Far (stampa americana) di CSN&Y, un antologia con cover di Joni Mitchell che incredibilmente non avevo mai avuto e, per al goduria di Nonantoslim, Johnny Winter Still Alive And Well U.S.A. nuovo di pacca.
Ho lasciato là qualcosina ma tornerò presto. Se volete facciamo un pullman.
Appena rincasato ho preso del coglione dai familiari per essermi assentato un paio d’ore, ma ormai sono abituato. In casa prendo continuamente del coglione. Se lo sono davvero e lo sono sempre stato, gli amici avrebbero potuto farmelo presente già da anni.
Picca 2011 (C)

LE MISERIE DELLA STAMPA MUSICALE ITALIANA 2a parte

6 Ago

Email di Lorenz: “Tim, bisogna fare qualcosa… guarda la copertina… guarda come è scritto Van Halen..”

Magari qualcuno dirà che un errore di stampa può starci, ma io non sono d’accordo… in copertina no, e poi questo è il tipico errore italiano: pronunciare Van halen van hallen. Mai tollerata questa cosa. “CHITARRE E CHITARRISTI ROCK” E’ UNA RIVISTA DI MERDA.

Non compratela e anzi cercate di bruciare le copie in circolazione.