Addio ad Alcadoc

20 Ott

Ho il cuore pesante nell’annunciare che all’inizio del mese, il nostro lettore ed amico Alcadoc se ne è andato. L’ ho saputo alcuni giorni fa tramite facebook, quando Andrea, un suo amico, ha postato la notizia sull’account di Alessandro. La notizia mi ha percosso da capo a piedi. Ci eravamo sentiti sulla chat di FB pochi giorni prima, avevamo parlato di musica, di altri amici del blog (Polbi e Picca), mi aveva anche chiesto il mio numero di cellulare. Speravo trovasse il momento giusto per chiamarmi, mi avrebbe fatto tanto piacere sentirlo.

Alex capitò qui sul blog pochi mesi dopo l’apertura, nel 2011. Entrammo in contatto quasi subito. Capii immediatamente che era un tipo piuttosto riservato ma, visto che era della mia città, cercai di invitarlo alle cene che organizzavo con gli illuminati del blues, intuii però in fretta che con Alessandro occorreva andare per gradi. Continuammo comunque a sentirci ogni tanto via email e appunto tramite facebook.

7ce54c7645528e493859f0ab1b537bb3

L’avatar che aveva Alex

Alex era un grandissimo appassionato di musica, un intenditore sopraffino, con una cultura vastissima. Aveva gusti eterogenei…Lucio Dalla, Bruce Springsteen, Van Morrison, i Led Zeppelin, gli AC/DC, Van Halen, Miles Davis, Hall & Oates e altri mille nomi. Tifava inoltre Inter, cosa che ci legò ancor di più. Sarei diventato volentieri suo amico intimo.

Quella di uscire di scena per Alessandro è stata una scelta… non giudico e non permetto a nessuno di farlo, nemmeno giustifico o comprendo, prendo semplicemente e tristemente atto della cosa. Avevo letto sul giornale locale la notizia, ma chi si sarebbe immaginato che si trattasse di un mio amico? Vorrei tanto mi avesse fatto quella telefonata.

Alex si dilettava a cantare, mi par di ricordare che una volta mi disse che quando ci saremmo visti avrei dovuto portare la chitarra perché gli sarebbe piaciuto cantare PEOPLE GET READY insieme a me. A pensarci oggi nulla mi sembra più appropriato…il pezzo di Curtis Mayfield è una sorta di gospel, una freedom song, con riferimenti religiosi chiari, la possibilità di prendere un treno per sfuggire alla schiavitù e arrivare a nord, alla terra promessa dove è possibile trovare speranza e pace.

Spero tu la abbia trovata Alex. Ci mancherai.

Chi volesse leggere alcuni dei suoi commenti li può trovare a corredo di questi articoli:

https://timtirelli.com/2014/12/05/acdc-rock-or-bust-columbia-2014-ttt%C2%BD/

https://timtirelli.com/2015/11/17/news-the-watch-plays-genesis-the-lamb-lies-down-on-broadway-venerdi-26-febbraio-2016-ore-21-00-teatro-astra-di-schio/

https://timtirelli.com/2015/10/21/tom-keifer-live-in-bologna-zona-roveri-17-oct-2015-tttt/

https://timtirelli.com/2015/10/19/rich-robinson-live-in-modena-off-16-oct-2015-ttt%C2%BD/

https://timtirelli.com/2015/06/11/flash-n-7-agosto-1989-i-grandi-del-rock-journey-foreigner-boston/

https://timtirelli.com/2015/05/18/flash-n-25-febbraio-1991-heavy-metal-o-rock-and-roll/

https://timtirelli.com/2015/05/17/wakeman-tsrts-leadbelly-and-other-assorted-blues-songs/

https://timtirelli.com/2011/10/29/gli-aironi-di-brian-il-miglior-disco-dei-led-zeppelin-e-lattesa-per-inter-je/

 

9 Risposte to “Addio ad Alcadoc”

  1. Francesco 20/10/2016 a 10:00 #

    Cristo, no! Ci eravamo conosciuti postando prima sul blog di Rudi Ghedini (era il 2008) e successivamente su questo. Avevo capito che era un tipo riservato, all’inizio ho provato a contattarlo dandogli il mio numero di telefono ma poi ho capito che non c’era niente da fare. Ci accomunavano alcune passioni forti: Springsteen, l’Inter e una sana e onesta collocazione politica parecchio a sinistra. Da un po’ di tempo ci eravamo persi di vista, anche su FB non riuscivo più a recuperare il suo profilo. Niente, non c’è un cazzo da aggiungere, è che sempre più spesso la vita ci riserva solo merda…

    Mi piace

  2. lucatod 20/10/2016 a 10:38 #

    Nella mia testa Alex l’ho sempre visto come grande cultore del rock americano (mentre io in genere preferisco quello inglese) , quando poi c’era di mezzo la musica italiana era imbattibile fino ai piu piccoli dettagli . Non sempre i nostri gusti combaciavano , ma poter discutere su questo Blog è una goduria .

    Mi piace

  3. Francesco Boccia 20/10/2016 a 11:12 #

    Che tristezza, mi dispiace davvero tanto.

    Mi piace

  4. bodhran 20/10/2016 a 19:21 #

    Alex, we salute you!

    Mi piace

  5. Giancarlo T. 20/10/2016 a 19:31 #

    :) un bravo ragazzo

    Mi piace

  6. Paolo Barone 21/10/2016 a 17:03 #

    E’ da ieri che ho letto di questa tragica vicenda e continuo a voler scrivere qualcosa di sensato senza pero’ che mi venga in mente niente. E’ una cosa troppo grande, e non trovo parole, non ne sono capace. Qui scriviamo di musica, dei nostri blues, di tante cose che con il passare degli anni hanno creato una comunità molto forte e importante. Perdere Alex, e in un modo così drammatico, mi ha lasciato veramente sgomento. Non riesco e non posso capire. Tutta la musica, la vita, le emozioni, tutto quanto, non e’ bastato.
    Mi dispiace tantissimo.

    Mi piace

  7. tiziano the V° cavaliere in Zianigo...naaaaa 21/10/2016 a 22:21 #

    R.I.P. Alcadoc

    Mi piace

  8. Tom 23/10/2016 a 11:44 #

    Un Arrivederci Rock-Nerazzurro ad un amico del nostro blog, Tom

    Mi piace

  9. Riccardo 26/10/2016 a 09:21 #

    Senza parole…R.I.P

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: